Micucci: «Ciarapica il solito populista
L’ospedale tornerà come prima»

CIVITANOVA - Il consigliere regionale rassicura che il presidio ospedaliero non verrà trasformato.« E' già nero su bianco su una delibera, il primo cittadino deve però distogliere l'attenzione dal nulla che ha fatto per i cittadini su mascherine e gestendo in modo indecoroso le file per i ticket»
- caricamento letture

«Il ruolo di amministratore serio e responsabile è durato appena qualche giorno, Ciarapica di nuovo pronto a inventarsi polemiche». La tregua dei botta e risposta fra il sindaco di Civitanova Fabrizio Ciarapica e il consigliere regionale Francesco Micucci riprendono a ritmo sostenuto. A dare la stura il comunicato del primo cittadino che si dice preoccupato per la fase due e per le voci che vorrebbero il presidio ospedaliero civitanovese permanentemente deputato al Covid.

Francesco-Micucci_Foto-LB-e1504797699453-325x253

Francesco Micucci, consigliere regionale del Pd

«Eccolo Ciarapica, intimare a Ceriscioli di mettere nero su bianco che l’ospedale deve tornare subito alle sue funzioni. Non si è accorto forse che non da ora Ceriscioli lo ha scritto nero su bianco su una delibera. Al sindaco sfugge che siamo ancora in emergenza e che i contagi continuano a salire, qualche timido segnale di ripresa si vede, ma siamo ancora lontani dall’essere fuori dal tunnel. Forse Ciarapica non se ne rende conto, visto che non ha ancora preso un solo provvedimento uno a tutela della sua cittadinanza». Micucci inizia poi passare in rassegna la gestione comunale dell’emergenza messa in atto da Ciarapica criticando i provvedimenti presi,  come la gestione dei buoni mensa che «ha consentito di mettere in maniera indecorosa i civitanovesi in fila in piazza per fare domanda – dice Micucci – allora a chi giova questa inutile ed insensata polemica sindaco? Forse a distogliere l’attenzione dei civitanovesi sul nulla messo in campo dalla sua amministrazione? E allora ecco il nemico Ceriscioli come evergreen. Sull’ospedale di Civitanova non occorre inventarsi alcuna polemica. Appena i numeri lo consentiranno esso ritornerà a svolgere a pieno la sua funzione a servizio del territorio. Lo abbiamo detto, scritto e ribadito più volte. Si preoccupi piuttosto di dare qualche risposta su gel, mascherine, contributi, bilancio comunale che la città chiede risposte urgenti. Nei momenti di difficoltà ecco il populista Ciarapica che torna fuori, piuttosto che risolvere qualche problema ne crea di inesistenti».

Ciarapica: «L’ospedale di Civitanova non diventerà polo stabile Covid»

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X