Macerata Jazz Estate,
due appuntamenti
a Palazzo Buonaccorsi

RASSEGNA - Il weekend del 13 e 14 luglio alle 21.15: il vibrafonista Gabriele Ferraris e gli 80 anni di Mike Melillo
- caricamento letture

 

mike-melillo

Mike Melillo

 

L’arte che attraversa i secoli, un palazzo che dal ‘700 ad oggi interpreta il bello e lo dona alla città e il jazz, la musica che da sempre affonda le sue radici nella storia del borgo marchigiano. Macerata Jazz Estate, rassegna di Musicamdo Jazz con il patrocinio del Comune di Macerata, torna al fresco del cortile di Palazzo Buonaccorsi, sede dei Musei Civici, per due appuntamenti di musica, storia e arte, inseriti nel cartellone di “Macerata d’Estate. La città va in scena” organizzato dall’assessorato alla Cultura in collaborazione con le associazioni cittadine. Infatti, il weekend del 13 e 14 luglio, a partire dalle 21,15 si accenderanno i riflettori sul buon jazz in uno dei luoghi più suggestivi della città.

gabriele-boggio-ferraris-quartet

Gabriele Ferraris Quartet

Sabato l’appuntamento è con il Gabriele Ferraris Quartet, progetto capitanato da uno tra i più attivi esponenti del suo strumento in Italia, il vibrafono. Nonostante la sua giovane età, Ferraris è risultato per sette anni consecutivi tra i primi dieci vibrafonisti più apprezzati dalla rivista Jazz It. La nuova formazione di questo quartetto prosegue il discorso iniziato a fine 2014 con l’album “PenguinVillage”, un disco che ha ricevuto ottimi consensi dalla stampa specializzata ed è coinciso con la nascita di UR Records, etichetta indipendente fondata dallo stesso vibrafonista. Il precedente album si ispirava al tema dell’infanzia e al ricordo inteso come momento di intimità con la propria coscienza, un viaggio in musica attraverso la memoria, attraverso la dimensione più intima delle emozioni passate. Il gruppo si è esibito in oltre 100 concerti negli ultimi tre anni, esibendosi in alcuni dei più importanti palchi del jazz italiano (tra cui Blue Note Milano). Ora l’ensemble entrerà in studio di registrazione nella primavera 2019 per incidere il primo lavoro con questa nuova formazione dal titolo “Change”. Un riflessione musicale sul processo evolutivo della propria personalità, una sorta di romanzo di formazione in musica. Domenica 14 invece, a calcare il palco del cortile di Palazzo Buonaccorsi sarà un grande pianista jazz ormai maceratese d’adozione, il Maestro Mike Melillo. Il pianista italo americano festeggerà i suoi 80 anni in una serata da non perdere. Biglietto d’ingresso a partire dalle 20, 10 euro. Con il biglietto d’ingresso al museo di Palazzo Buonaccorsi si ha diritto ad una riduzione sul prezzo del biglietto al concerto (8 euro).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X