facebook twitter rss

Frontignano, arriva il bar in furgoncino
«Diamo un messaggio: la gente c’è»

USSITA - «Saremo aperti tutti i sabati e le domeniche dalle 8 fino al tramonto, almeno fino a fine stagione - racconta Larissa Seic, 39enne di Corridonia -. Se la neve dura anche fino ad aprile. Volevamo dare un servizio a questo posto, un servizio che mancava del tutto»
domenica 6 Gennaio 2019 - Ore 16:14 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Larissa Seic

di Federica Nardi

A Frontignano le piste sono imbiancate e, nel weekend in particolare, arrivano sciatori, famiglie ed escursionisti. Turisti appassionati della località di Ussita che vengono a godersi neve e panorama, nonostante gli impianti di risalita chiusi da due anni. Ma a mancare dopo il terremoto era una bar dove ristorarsi dalle discese. Un servizio che ora, grazie a Larissa Seic e Marco Feroci, adesso c’è. Si chiama Larissa food: è un furgoncino bianco parcheggiato alla partenza dell’impianto Le Saliere, dove trovare tè caldo, crostate, un panino al ciauscolo. Appena arriverà l’allaccio della corrente anche caffè e pizzette. 

Marco Feroci e Larissa Seic

«Abbiamo aperto due giorni fa – racconta Larissa, 39enne di Corridonia -. Saremo aperti tutti i sabati e le domeniche dalle 8 fino al tramonto, almeno fino a fine stagione. Se la neve dura anche fino ad aprile. Volevamo dare un servizio a questo posto, un servizio che mancava del tutto. Sperando sia apprezzato. Venivo spesso a Frontignano dopo il terremoto e ho notato che dopo una passeggiata, se volevo comprare ad esempio una bottiglietta d’acqua, non c’era nessun posto. I turisti qui ci sono. Bisogna dirlo: la gente c’è. In tanti sperano che riaprano gli impianti». Feroci ha 39 anni ed è il secondo protagonista di questo piccolo segnale di rinascita per la zona. Prima del sisma gestiva il rifugio delle Saliere a Frontignano. «Ho casa qui da sempre – racconta -, e un enorme passione per questi posti». Il nuovo servizio non è passato inosservato alle decine di sciatori della domenica che oggi hanno scelto di raggiungere le piste ussitane. A segnalare il ritorno dei turisti, oltre agli avvistamenti di chi scende inforcando sci, snowboard e slittini, anche le file di auto parcheggiate a bordo strada lungo le partenze degli impianti al momento chiuse.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X