facebook twitter rss

Luminarie hot 2:
le sfere diventano osé

CIVITANOVA - Se l'anno scorso erano le palme a dare scandalo, quest'anno è la prospettiva delle luci a suscitare ilarità sul web
martedì 18 Dicembre 2018 - Ore 20:21 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Le palme in prospettiva

 

Mancava qualcosa a questo Natale civitanovese. Poi qualcuno ha trovato quel quid e la scoperta potrebbe avere l’effetto valanga dello scorso anno.

Stiamo parlando del “Walter gigante” come lo descrisse Luciana Littizzetto, le luminarie falliche dei giardini di Civitanova. Dopo il clamore e la pubblicità che lo scorso anno l’illuminazione delle palme “hot” ebbe a livello “planetario” (anche siti e blog stranieri riportavano le foto delle palme falliche) quest’anno la delusione era palpabile: nessuna lucina sulle foglie pennate delle palme, illuminato solo il tronco. Però a terra sono spuntate le palle. Sfere luminose che decorano i giardini. Ma la voglia di tradizione c’ha messo lo zampino e complice la prospettiva qualcuno ha creato “le foto” che tutti stavano aspettando. E così da una particolare angolazione è possibile rivivere i fasti del Natale 2017. L’immagine ha iniziato a fare il giro dei social ed è certo che presto potrebbe tornare famosa a livello nazionale. Ormai è una tradizione del Natale civitanovese… e chissà a questo punto cosa accadrà il prossimo anno.

(Foto di Federico De Marco)

 

A “Che tempo che fa” i “Walter vegetali” di Civitanova

Dallo Zoo di 105 agli Usa, le luminarie osé sono un’attrazione: «Danno brio a questo Natale»

Tutti pazzi per il Natale: le luminarie “scaldano” la città

Luminarie osé, il web non perdona: l’amministrazione corre ai ripari

Palme hot, il Comune raddoppia: in arrivo il contest #toccalapalma Dietrofront sul Capodanno

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons