facebook twitter rss

Bilancio approvato alle 4 del mattino
L’opposizione: «Ciarapica non ha mantenuto
le promesse di taglio alle tasse»

CIVITANOVA
sabato 10 marzo 2018 - Ore 17:13 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

di Laura Boccanera

Alle 4 del mattino, nel consiglio comunale fiume che ha portato all’introduzione della tassa di soggiorno (leggi l’articolo), è stato approvato il bilancio preventivo dell’ente. Con i voti della maggioranza passa sia il bilancio preventivo che l’emendamento presentato per integrare il documento contabile con la tassa di soggiorno. Prevista per il 2018 un’entrata di 20mila euro (imposta che decorre dal 1 ottobre) e di 100mila euro per il 2019. Votata ieri sera anche la rinegoziazione del mutuo per la casa studenti anziani. La discussione sul bilancio si è aperta con la relazione del sindaco che ha illustrato come nel bilancio si sia voluto imprimere una svolta sul personale: «sono previste risorse per l’applicazione del contratto collettivo nazionale – dice Ciarapica – e per un programma di reclutamento che include il dirigente edilizia privata, servizi sociali e messi notificatori. 24 le assunzioni nel 2018, 33 nel triennio 2018-2020. Non abbiamo aumentato le imposte, le maggiori entrate sono dovute ad un maggiore gettito irpef. In pochi mesi non è stato possibile ridurre la pressione fiscale come avevamo promesso, ma sarà un impegno per il prossimo anno».

Il bilancio 2018 pesa per circa 73 milioni 538mila euro di cui parte delle entrate derivano dalle imposte: si prevedono 9 milioni 800mila euro dall’Imu, 4 milioni dall’Irpef, 7milioni per la Tari, 1milione e 100mila euro dalla tassa sulla pubblicità, 470 mila euro di previsione per recupero evasione tributaria per Imu e 470mila euro per la Tari. Liquidità è stata creata grazie alla rinegoziazione del mutuo con Ubi banca per il leasing della casa studenti anziani. Passando da un tasso fisso ad un tasso variabile infatti l’istituto di credito ha previsto un tasso di interesse del 2,75% rispetto al tasso fisso conteggiato fino ad oggi del 6.26% che fanno scendere la quota annuale dovuta dal comune da 215 mila euro annui a 145mila euro. Per quanto riguarda il piano triennale delle opere pubbliche l’assessore Ermanno Carassai ha stilato la lista degli interventi per un totale di 11 milioni 364 mila euro da finanziarsi tramite oneri di urbanizzazione (1 milione 610 mila euro su una previsione 2milioni e 400 mila euro), mutui contratti per 820mila euro e alienazioni immobiliari per 900mila euro. Tra gli interventi in programma 600mila euro sono impegnati per la manutenzione degli edifici scolastici, 4milioni per il consolidamento strutture comunali (recupero delegazione Civitanova Alta e messa in sicurezza palazzina Liberty), interventi su base di bandi regionali come il progetto per piste ciclabili di collegamento con Porto Sant’Elpidio e Porto Potenza, manutenzione verde e dragaggio del porto e 4milioni per le asfaltature. Quando si apre il dibattito bagarre in aula quando il presidente del consiglio toglie la parola per la scadenza del tempo al consigliere Silenzi che minaccia di far intervenire le forze dell’ordine richiamandosi al regolamento che non prevede limiti di tempo per gli interventi nella discussione del bilancio e riferendo che in riunione dei capigruppo l’aspetto tempo non era stato trattato. Critico Silenzi: «manca la volontà di abbassare le tasse» – dice Silenzi. Contrario anche il Movimento 5 stelle: «dai numeri del bilancio di previsione approvato da questa maggioranza si evince che il risparmio dell’abolizione del microchip ed un ulteriore rimborso del Cosmari deliberato nel 2017 non vengono utilizzati per abbassare la tassa sui rifiuti, ma si perdono in altre spese, scendono di 115.000 euro le risorse destinate al turismo, sarà per questo che viene introdotta la tassa di soggiorno? Addirittura scendono pure le risorse destinate alla sicurezza. Come è possibile? Non era una priorità di questa amministrazione? Il credito è finito, la giunta continua ad essere illegittima e dopo 9 mesi la sensazione è che abbiate già toccato il fondo. Risalirete o comincerete a scavare?»

Passa la tassa di soggiorno Bluff FdI: “siamo contrari” ma poi si astiene

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X