Veglione di Capodanno alla nuova fiera,
esposto alla Corte dei conti
Nel mirino anche la sicurezza delle luminarie osè

CIVITANOVA - Lo hanno presentato i consiglieri Silenzi e Rossi: «Una regalìa, c'è danno erariale». Sotto la lente di ingrandimento dell'ex vicensindaco finisce anche #toccalapalma: «Nessuna risposta per l'accesso agli atti nel quale si chiede se l'impianto di illuminazione è a norma»
- caricamento letture

 

consiglio-comunale-aperto-su-ospedale-unico-giulio-silenzi-civitanova-FDM

Giulio Silenzi

 

Esposto alla Corte dei conti per il Veglione alla nuova fiera. Chiusura d’anno con una denuncia firmata da Giulio Silenzi e Pier Paolo Rossi e indirizzata all’organismo di vigilanza con la quale i due consiglieri comunali chiedono di verificare le modalità per l’assegnazione della struttura operate dalla giunta Ciarapica. «Non sono stati eseguiti i dovuti controlli e le dovute verifiche rispetto a quanto si stava profilando in termini di danno per l’Ente, attribuendo in concessione ad un privato i locali della Fiera senza bando ad evidenza pubblica che avrebbe messo tutti gli operatori economici interessati nella condizione di poter partecipare in maniera trasparente. Non c’è una delibera e pertanto non ci sono i dovuti pareri del dirigente responsabile patrimonio e del dirigente responsabile finanze e senza il rispetto del disciplinare fieristico del Comune – affermano i due consiglieri –  lo scopo di utilizzazione è a fini di lucro e alla cifra irrisoria per l’assegnatario di circa 250euro, corrisponde una previsione di incasso in capo allo stesso di circa 80.000 euro. Tale assegnazione risulta di siffatta bassa e ridicola entità da rappresentare una regalìa e tale da generare un danno erariale in capo all’Ente, configurabile sia nella categoria del danno emergente che in quella del lucro cessante per cui invitiamo la Corte dei Conti a verificare il comportamento degli amministratori che per fini clientelari hanno calpestato ogni norma di buona amministrazione».

luminarie-natalizie-palme-equivoche-giardini-di-piazza-civitanova-2-325x217Ma sotto la lente di ingrandimento di Silenzi finisce anche la questione delle “luminarie osè”. Nessuna risposta per l’accesso agli atti nel quale si chiede se l’impianto di illuminazione delle luminarie installate sulle palme è a norma. «Tocca la palma, ma la sicurezza è stata garantita? – chiede il consigliere – ho chiesto la certificazione sul rispetto delle norme di sicurezza, dichiarazione di conformità e corretto montaggio. Deve essere attestato che l’impianto è stato fatto rispettando le vigenti norme a regola d’arte e che i fili che portano tensione nominale di 220 volts non stanno ad una altezza inferiore di 2,5 metri. Sulla base – premette – della normativa vigente in relazione al diritto dei consiglieri di ottenere dagli uffici del Comune, dalle loro aziende ed enti dipendenti, tutte le notizie e le  informazioni in loro possesso utili all’espletamento del  mandato, dopo tre giorni dalla richiesta e vista la normativa vigente in merito alla facoltà di accesso agli atti da parte dei Consiglieri Comunali, chiedo che venga trasmessa la certificazione sulle norme di sicurezza degli impianti di illuminazione predisposta che garantisce la sicurezza di tutti i cittadini e se nel caso non vi fosse, chiedo un intervento tempestivo per garantire la sicurezza considerando il fatto che i cittadini vengono invitati a toccare le palme che hanno i fili elettrici».

toccalapalma

Capodanno, fiera concessa a 250 euro «Il regolamento è della giunta Corvatta»

Veglione alla fiera, il comune affitta a 250 euro «Non ci sono atti, gestione clientelare»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X