“Civitanova cambia”
da piazza Conchiglia,
Rossi: “non siamo un’accozzaglia”

CIVITANOVA VERSO LE ELEZIONI - Presentazione di lista per la civica a sostegno del candidato Stefano Ghio. Tra gli obiettivi restituire luoghi alla città. Polemico contro gli avversari il capolista: "critiche immeritate da chi dovrebbe guardare in casa chi ha in coalizione"
- caricamento letture
civitanova-cambia-per-ghio-pier-paolo-rossi-civitanova-2-650x413

Foto di gruppo per i componenti della lista “Civitanova cambia”

civitanova-cambia-per-ghio-pier-paolo-rossi-civitanova-1-325x217

 

di Laura Boccanera

(foto Federico De Marco)

Si presenta Civitanova cambia, il capolista Pier Paolo Rossi: «non siamo un’accozzaglia, attacchi immeritati da chi fino a qualche mese fa diceva che avrebbe corso da solo e poi si è caricato di quelli che definiva “zombie” della politica». La lista civica che appoggia la candidatura di Stefano Ghio si presenta alla città da piazza Conchiglia, una scelta che non è casuale, ma portatrice di senso secondo Rossi e che anticipa anche il programma della lista: «questa piazzetta è un posto restituito alla città, l’ha riqualificata il centro destra, ma questo non è importante, prima era un posto frequentato da gente poco raccomandabile, vorremmo fare questo in tutta la città». Poi una parentesi più personale sugli attacchi ricevuti durante la campagna elettorale: « Come consigliere comunale in carica ho ricevuto attacchi personali – ha detto Rossi – quando qualcuno dice che ho pedissequamente votato tutto quello che questa amministrazione ha presentato dice il falso. Su urbanistica votai contro l’adozione del piano casa nel centro storico, ero contrario al comparto Sabatucci e mi opposi così come mi sono opposto alle modifiche a valle che dovevano ospitare il Mc Donald. Ho votato contro il cambiamento del regolamento del Mic, contro la variante Eurospin, contro la vendita delle farmacie e contro la vendita di Gas marca. Io ho fatto il mio dovere in aula come consigliere e come presidente della commissione lavori pubblici». Poi ce ne sono anche per  gli avversari politici, in particolare Fabrizio Ciarapica, ma anche contro la lista La nuova città  e Tommaso Corvatta. «Qualcuno definisce le liste accozzaglia, per la Treccani è una turba confusa di persone spregevoli. Io qui non vedo persone spregevoli. A parte me, l’ex sindaco Diomedi e Stefano Sopranzi nessuno degli altri candidati ha mai avuto esperienze politiche, sono tutte facce nuove.  Sono attacchi immeritati e che vengono da chi qualche mese fa diceva che avrebbe corso da solo e poi si  è caricato di quelli che definiva zombie della politica. O ancora attacchi che vengono da chi ha riaccolto in coalizione chi aveva dubitato di lui e per mesi ha “flirtato” con la nostra coalizione e cambiato improvvisamente idea. Ma anche chi ha ceduto a compromessi perché aveva alleanze regionali. Questi sono i coerenti che danno a noi dell’accozzaglia». Una definizione quella di accozzaglia che non piace neanche ai candidati: «E’ ora di finirla, la lista è fatta di 24 persone e nessuno di noi mai fatto politica è vero che siamo facce nuove. E’ il frutto di un percorso che dura da più di un anno – ha commentato Silvia Luciani, candidata, molti di noi sono parte attiva nel mondo della scuola, della cultura, dello sport o del volontariato, ce la possiamo fare a governare questa città». «Non siamo sprovveduti, ma abbiamo professionalità da aggiungere alla città che sanno e possono dare una svolta dando qualità e valore aggiunto – ha affermato Luca Scoponi – Non siamo botteganti della politica ma persone serie e oneste che hanno altrettanta qualità a livello professionale e questo è nuovo anche nell’approccio coi cittadini». Della lista fa parte anche Laura Latino: «sono l’ultima arrivata nel gruppo. Ero scettica all’inizio perchè non potevo credere che a Civitanova un gruppo di persone potessero mettersi insieme superando le ideologie politiche. Solo Ghio poteva fare una cosa del genere. Portiamo avanti idee per far crescere e rifiorire Civitanova».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X