Minorenne ruba al centro commerciale
mentre il padre gli compra il regalo

CIVITANOVA - Nei guai un 14enne sorpreso con 5 magliette del negozio Kiabì all'interno del Cuore Adriatico. Il genitore gli aveva dato i soldi per l'acquisto ma lui ha tolto gli antitaccheggio. Al personale di vigilanza che lo ha fermato, chiamando poi i carabinieri, ha raccontato che nella sua scuola lo fanno in tanti
- caricamento letture
furto-cuore-adriatico-kiabì

Le magliette prese dal minorenne

Ruba al centro commerciale mentre il padre era occupato a comprargli il regalo di Natale. Ieri sera il furto al Cuore Adriatico di Civitanova dove un 14enne di Monte Urano è stato sorpreso dalla sicurezza mentre tentava di allontanarsi con cinque magliette alle quali aveva staccato l’antitaccheggio. Il giovane aveva preso la merce all’interno del negozio di abbigliamento Kiabì. Quando è intervenuta la sicurezza si è giustificato spiegando che diversi compagni di scuola lo avevano già fatto e non gli era successo nulla. Poi ha riferito di trasferte di giovani della sua età che avrebbero come hobby proprio il furto nel centro commerciale. Ora il 14enne è stato segnalato alla procura dei minori. Con sé aveva anche dei soldi che il padre gli aveva dato per fare acquisti. A Civitanova era arrivato con la famiglia, madre, padre e sorellina. Mentre il padre si era recato da Trony per comprargli un videogiochi come regalo di Natale, il 14enne è salito al secondo piano del centro commerciale, entrando da Kiabì perché doveva acquistare delle magliette. Ma una volta nel negozio il ragazzino si è messo sotto ad uno scaffale e ha preso la merce tagliando dalle etichette i dispositivi anti taccheggio. Poi ha nascosto le stesse sotto al giaccone. Il servizio di sicurezza che opera in borghese nel centro commerciale lo ha notato e lo ha tenuto d’occhio per tutto il tempo. Appena si è diretto all’uscita, senza passare dalle casse, lo ha fermato e il 14enne è scoppiato a piangere. A quel punto ha detto che voleva pagare la merce pensando di risolvere così il furto, in tutto 5 magliette per un valore di 60 euro. La direzione, che ultimamente ha visto aumentare questo tipo di furti fatti da ragazzini, ha chiamato i carabinieri. Il minore è stato segnalato per furto aggravato. Al personale di sicurezza ha raccontato che l’idea gli era venuta a scuola dove altri amici avevano raccontato di aver rubato al Cuore Adriatico. Stando al suo racconto proprio nell’ambiente scolastico, piccoli gruppi si ritrovano e organizzano delle vere e proprie gite all’insegna del furto. Gli stessi gruppi si sarebbero preparati anche organizzandosi con le scuse da dire quando vengono scoperti dalla sicurezza. Al negozio Kiabì le denunce ai giovanissimi, per furto, sono triplicate nell’ultimo anno.

(Mar. Ve.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X