“Pronto? Sono il sindaco”:
Alert system per l’emergenza terremoto

SISMA - Un sistema gratuito che ha permesso ai primi cittadini di chiamare fissi o cellulari per dare informazioni alle persone
- caricamento letture

Foto d'archivio

Foto d’archivio

 

di Federica Nardi

Di sera mentre si cucina o nel cuore della notte, com’è successo il 26 ottobre dopo la scossa di terremoto, i sindaci del Maceratese hanno trovato un filo diretto per informare e rassicurare la popolazione in questi giorni di emergenza sisma. Si tratta del sistema Alert system, che permette di registrare un messaggio vocale e inviarlo a telefoni fissi o cellulari. A distribuire il servizio, a firma della Comunica Italia srl, è stata la società Task tramite il Cst della Provincia, che l’ha fatto gratis e continua a farlo in 39 Comuni. Alcuni «utilizzano il sistema da fine ottobre – dice la Task – mentre altri sono appena partiti. In caso di emergenza in tutti i Comuni i telefoni fissi vengono raggiunti mentre per i cellulari bisogna iscriversi». I numeri di cellulare possono essere registrati nel sito di ogni Comune o nel portale provinciale (vai al sito) e, nei casi delle zone colpite, il numero può essere lasciato anche nei punti di raccolta dei Comuni. A oggi i contatti raccolti, che sono in aumento, sono circa 5mila e sono 146.103 le chiamate effettuate per un totale di 64.114 persone raggiunte. «È importante che le persone si iscrivano al servizio – conclude l’azienda – perché in alcuni casi è l’unico modo veloce per comunicare cose importanti, soprattutto per chi si trova fuori casa a causa del terremoto».

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X