Maceratese salvata al fotofinish
con oltre 245mila euro di ricapitalizzazione

I DETTAGLI DELL'OPERAZIONE - La presidente Tardella, dopo la prima bocciatura della Covisoc, ha dovuto dare linfa alle casse societarie con un investimento importante per pareggiare i conti della stagione 2015/16 e garantire l'iscrizione al prossimo campionato
- caricamento letture
La presidente della Maceratese Maria Francesca Tardella

La presidente della Maceratese Maria Francesca Tardella

 

di Andrea Busiello

Un salvagente da 245.667 euro. E’ questa la cifra con cui la presidente Tardella ha salvato la Maceratese ed ha permesso alla società biancorossa di potersi iscrivere al prossimo campionato. Come si legge nel comunicato ufficiale emanato dalla Lega Pro la Maceratese non aveva passato il primo controllo Covisoc per l’ammissione al prossimo campionato per una serie di inadempienze relative alla stagione 2015/16: il mancato pagamento delle ritenute Irpef riguardanti gli emolumenti dovuti fino al mese di aprile; i contributi Inps riguardanti gli emolumenti dovuti fino al mese di maggio ai tesserati, dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo; il pagamento del debito iva relativo all’anno d’imposta 2015. Oltre alle mancanze sopra citate la società ha dovuto ricapitalizzare con oltre 245mila euro le casse della Maceratese Srl per poter garantire l’iscrizione per il secondo anno consecutivo al terzo campionato professionistico. Un investimento molto importante per la presidente Maria Francesca Tardella. Dopo aver messo al riparo da spiacevoli sorprese la Maceratese adesso si torna a parlare di calcio giocato: sabato alle 17,30 a Norcia la prima amichevole ufficiale dei biancorossi contro La Spezia poi il 31 luglio è programmato l’inizio ufficiale della stagione con l’esordio in Tim Cup.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X