Danni al ponte del lago,
interrogazione di Lodolini

CINGOLI - Dopo l'allarme lanciato dal sindaco Filippo Saltamartini, i problemi strutturali del pilone numero 10 del viadotto preoccupano il deputato del Pd che ha chiesto delucidazioni al Ministro dell'Ambiente e al Ministro dei Trasporti
- caricamento letture
Il ponte danneggiato

Il ponte danneggiato

L'onorevole Emanuele Lodolini

L’onorevole Emanuele Lodolini

 

di Leonardo Giorgi

Danni al ponte del lago Castreccioni, la questione arriva ai ministeri dell’Ambiente e delle Infrastrutture. La grave situazione nella quale versa uno dei piloni del viadotto che attraversa la diga di Cingoli e collega la strada provinciale 26 alla frazione di Moscosi preoccupa l’onorevole Emanuele Lodolini del Partito democratico. Dopo l’allarme lanciato dal sindaco di Cingoli, Filippo Saltamartini, nelle scorse settimane (leggi l’articolo), anche il deputato anconetano del Pd ha voluto sottolineare l’urgenza di un intervento di ristrutturazione del pilone numero 10 del lago. Lodolini ha infatti depositato nelle ultime ore un’interrogazione a risposta in commissione al Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, e al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio. Nell’interrogazione, l’onorevole chiede al Governo se sia a conoscenza dei fatti riguardanti la questione del viadotto di Castreccioni e quali siano le azioni possibili per quanto di competenza e se i Ministeri competenti sull’opera specifica, vista l’importanza dell’infrastruttura e l’entità dei lavori, intendano avviare un’analisi tecnica della situazione per definire la consistenza degli interventi da mettere in cantiere e la copertura delle spese.

Filippo Saltamartini, sindaco di Cingoli

Filippo Saltamartini, sindaco di Cingoli

«I lavori di manutenzione e consolidamento ormai improrogabili – spiega il deputato Lodolini in una nota stampa diffusa oggi – comportano una spesa che evidentemente il Comune di Cingoli nel quale ricade l’opera non potrebbe né tantomeno dovrebbe sostenere in quanto la strada interessata dal problema insiste su un’opera di interesse sovracomunale». L’interesse di Lodolini nel presentare il problema al Governo ha suscitato la soddisfazione del sindaco Saltamartini. «Anche se l’onorevole Lodolini fa parte di un partito diverso dal mio – spiega il primo cittadino di Cingoli, ex senatore di Forza Italia – ho molta stima di lui e sono molto contento della sua iniziativa. La situazione del viadotto è gravissima. Anche la settimana scorsa abbiamo incontrato la Regione e stiamo aspettando una risposta definitiva in merito».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X