Cecchetti: “Allarmismo ingiustificato sull’antenna”

CIVITANOVA - L'assessore all'ambiente risponde alle accuse del tribunale della Salute: "Prima si chiedono le analisi dell'Arpam, poi si dice che sono al nostro servizio. Allora non bastano nemmeno i riscontri scientifici"
- caricamento letture
L'assessore Cristiana Cecchetti

L’assessore Cristiana Cecchetti

L’assessore all’ambiente risponde al tribunale della Salute sull’antenna Vodafone vicino alla scuola di Santa Maria Apparente, a Civitanova. «E’ paradossale» sbotta Cristiana Cecchetti. A criticarla era stata la responsabile dell’associazione Giovannella Maggini Mazzarella, che aveva accusato anche l’Arpam di essere al servizio dell’amministrazione (leggi l’articolo). «Premesso che sarà l’agenzia interessata da tali dichiarazioni a valutare se siano ravvisabili gli estremi per una diffamazione – dice l’assessore – Considero la situazione paradossale. Se non si fornisce immediata comunicazione sui riscontri degli organi competenti, si viene tacciati di inefficienza e mancata tutela del cittadino. Al contempo se si richiedono puntuali monitoraggi, che confermano ciò che l’amministrazione comunale ha sempre sostenuto, e cioè che non esiste alcuna situazione di pericolo, allora gli organi coinvolti servono solo a giustificare le scelte politico-amministrative». L’assessore fa anche presente che non esistono altri strumenti oltre all’Arpam per effettuare le necessarie valutazioni di criticità ambientale. «Se nemmeno i riscontri scientifici forniti da un ente accreditato hanno più valore, allora non resta che abbandonarsi all’allarmismo più sfrenato ed ingiustificato, dire no sempre e comunque. Per quanto concerne il piano antenne, ho ribadito più volte che dalla scorsa primavera stiamo cercando di reperire i fondi per dotare la città di un piano adeguato visto che prossimamente molte saranno le richieste degli enti gestori per ulteriori installazioni. Stiamo individuando le risorse necessarie per procedere con l’attuazione di questa progettualità e posso rassicurare tutti sul fatto che presto il piano verrà elaborato ed approvato».

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X