Vaccino sì o vaccino no,
questo è il dilemma

Tre pediatri maceratesi si mettono a disposizione dei genitori per fornire informazioni e chiarire dubbi
- caricamento letture

vaccini

Le vaccinazioni oggi in Italia sono come le streghe di qualche secolo fa, su cui si diceva di tutto. I genitori sono bombardati da notizie contraddittorie e speculazioni mediatiche e quando arriva il fatidico momento di scegliere se vaccinare o meno il proprio figlio un senso di ansia e preoccupazione investe le neomamme e i neopapà. La scelta di vaccinare il proprio figlio è molto importante e merita di essere valutata attentamente, sulla base di informazioni chiare e scientificamente corrette. Questo proliferare di notizie contrastanti ha comportato un netto calo delle vaccinazioni con seri rischi proprio per i più piccoli.

Lo scorso 18 febbraio un bambino di 18 mesi è deceduto a Berlino in seguito all’epidemia di morbillo che sta colpendo la Germania. Da mesi la capitale sta vivendo la peggiore epidemia degli ultimi 15 anni. Dall’inizio dell’anno sono stati registrati circa 450 casi e l’associazione dei medici pediatri e dell’infanzia tedesca ha lanciato l’appello di tenere a casa i neonati finchè non si sarà fermata questa epidemia.
Un rischio che riguarda anche noi: lo scorso sabato è morta una bimba di 4 anni a Roma colpita da una violenta forma di panencefalite subacuta sclerosante scatenatasi dopo che la piccola si era ammalata di morbillo. La bimba non era stata vaccinata. In Italia il dato sulla diminuzione della copertura vaccinale è confermato dal Ministero della Salute che nel mese di agosto 2014 ha pubblicato un report secondo cui, nel nostro Paese, le coperture vaccinali hanno raggiunto livelli preoccupanti. Ad esempio per il vaccino contro il morbillo-rosolia-parotite nel 2008 si registrava in Italia una copertura del 90.1% mentre nel 2013 si è assistito ad un calo fino all’88,1%. Nelle Marche tali dati sono ancora più allarmanti: negli ultimi 5 anni si è assistito ad un calo del 5,4% (contro il 2% nazionale), nel 2008 si registrava infatti un valore del 93,1% mentre nel 2013 la copertura vaccinale è scesa al 87,7% . In calo anche la copertura vaccinale esavalente (vaccino contro difterite, epatite B, Haemophilus Influenzae tipo b, pertosse, poliomielite, tetano). Critici ugualmente i dati che riguardano lo pneumococco e il meningococco, agenti eziologici di gravi meningiti e malattie respiratorie, per i quali si è ancora lontani dalla copertura vaccinale necessaria per la protezione dell’intera comunità dal rischio di epidemia (95% della popolazione vaccinata). Vedi tabella.

tabella1

tabella2

Le famiglie hanno il diritto di avere accesso alle informazioni disponibili attendibili per effettuare una scelta consapevole. Per affrontare questi problemi con razionalità è necessario porre sul piatto della bilancia tutte e due le possibilità, confrontando serenamente e senza preconcetti i rischi ed i benefici di entrambe le scelte. Però oggi non è facile per i “non addetti ai lavori” orientarsi tra i vari dati e studi.
Per questo abbiamo pensato di proporre uno spazio informativo online dove i genitori maceratesi possano ricevere in maniera dettagliata e chiara i dati scientifici, porre i loro dubbi, confrontarsi con personale “addetto ai lavori” e affrontare la questione vaccinazioni con più serenità.

Chi siamo?
Tre genitori medici che lavorando ogni giorno con i bambini e le famiglie hanno sentito l’esigenza ed il dovere etico di mettere a disposizione della cittadinanza maceratese le loro competenze ed il loro bagaglio professionale per aiutare a fare chiarezza su questo importante argomento.

Dr PerriDr. Paolo Francesco Perri
Responsabile di struttura complessa pediatria-neonatologia Ospedale di Macerata
Direttore del Dipartimento materno-infantile dell’Area vasta 3 Macerata

 

 

Dr GobbiDr. Costantino Gobbi
Pediatra di famiglia – Segretario nazionale alla Tesoreria Fimp

 

 

ioDr.ssa Federica Zallocco
Medico in formazione specialistica in Pediatria – Università politecnica delle Marche

 

 

 

In attesa di ricevere le domande dei genitori iniziamo con il descrivere i protagonisti di questo dramma: i vaccini.
Come funzionano? I vaccini sono costituiti da virus o batteri inattivati (uccisi) o attenuati (resi innocui) oppure da loro piccole parti o da sostanze da loro prodotte (tossine inattivate); i loro componenti vengono detti anche “antigeni”. Sono costruiti in modo da essere in grado di attivare le proprietà del sistema immunitario dell’uomo, senza causare la malattia.

Quando dei germi entrano nel corpo di un bambino (tipo virus o batteri) iniziano a riprodursi. Il sistema immunitario del bambino li riconosce come “invasori” estranei e risponde producendo gli anticorpi. Il primo lavoro di questi anticorpi è quello di distruggere il germe però in caso di prima infezione non riescono ad agire così rapidamente da impedire lo svilupparsi della malattia. Il secondo lavoro degli anticorpi è quello di proteggere il bambino dalle infezioni future. Infatti rimangono nel sangue del bambino e se lo stesso germe viene a contatto con lui, anche molti anni dopo, il batterio/virus viene ucciso, senza che il bambino si ammali. Questa è l’immunità. Ecco perchè ad esempio il bambino si ammala di varicella una sola volta, anche se poi incontra questo virus tante altre volte, senza ammalarsi. Quindi in pratica quando il bambino si ammala succede quanto schematizzato sotto.

vaccini

Il vaccino aiuta a creare gli anticorpi verso una determinata malattia, senza che il bambino prenda la malattia stessa.
I vaccini sono fatti dagli stessi germi (o parti di essi) che causano la malattia, ma sono o uccisi o così indeboliti che non provocano la malattia stessa.

In pratica quello che succede con il vaccino è questo:

vaccini2



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =