Il derby visto dai mister
Magi: “Gara non decisiva”
Mecomonaco: “Pensiamo solo al campo”

VERSO IL DERBY - I due tecnici presentano Maceratese-Civitanovese, in programma domenica all'Helvia Recina. Il mister biancorosso: "Loro hanno meno pressioni, non mi fido". L'allenatore rossoblu: "Dobbiamo metterci alle spalle le chiacchiere di questi giorni e sgombrare la mente"
- caricamento letture
allenatori derby

Gli allenatori di Maceratese e Civitanovese Giuseppe Magi e Antonio Mecomonaco

L'allenatore della Maceratese Giuseppe Magi

L’allenatore della Maceratese Giuseppe Magi

di Maikol Di Stefano

Meno di 48 ore al derby Maceratese-Civitanovese. Il big match dell’Helvia Recina è dietro l’angolo e sta arrivando dopo una settimana ricca di colpi di scena. Da una parte i biancorossi che hanno rinforzato l’attacco con Armato dalla Pro Vercelli e ufficializzato l’arrivo di Spadoni in società (leggi l’articolo); dall’altro i rossoblu con mister Mecomonaco che prima si è dimesso e poi è tornato in sella il giorno successivo (leggi l’articolo). La presentazione del match è affidata ai due allenatori, Giuseppe Magi e Antonio Mecomonaco.

Un girone dopo Maceratese-Civitanovese che partita sarà?

MAGI: “Un derby, quindi regnerà l’incertezza. Queste sono sempre sfide che nascondono delle insidie, mi auguro di fare una grande partita”.

MECOMONACO: “Domenica andrà in scena una partita che tutti sappiamo essere importante. E’ un derby molto sentito, vogliamo fare tutti bene. Di fronte ci saranno due squadre che hanno fatto un ottimo campionato, lo dice la classifica, lo dice lo score. Secondo me sarà una partita aperta a qualsiasi risultato, sperando che poi al triplice fischio finale quest’ultimo sia a nostro favore”.

L'allenatore della Civitanovese Antonio Mecomonaco

L’allenatore della Civitanovese Antonio Mecomonaco

La partita di domenica può valere un’intera stagione?

MAGI: “No, io credo di no. E’ il derby con la Civitanovese e questo deve darci qualcosa in più. E’ una stracittadina che come tutte nel suo genere ha le proprie regole, ma per quello che è il nostro cammino fin qui non penso sia fondamentale”.

MECOMONACO: “Bisogna essere onesti, certo può valere così tanto. Sicuramente più per noi che per loro stando alla classifica. La Civitanovese deve mettersi alle spalle tutti i trascorsi e le chiacchiere di questi giorni e sgombrare la mente. Domenica bisogna scendere in campo senza avere alcuna distrazione, per noi è importantissima, loro anche complice una classifica che li premia maggiormente potrebbero sentire meno la pressione”.

Se dovesse fare un nome, chi prevede come possibile uomo derby?

MAGI: “Mi farebbe piacere fosse un giocatore biancorosso. Però al singolo scelgo il gruppo, ho dei ragazzi che lavorano in settimana al massimo ogni volta, quindi non scelgo un nome, ma mi auguro che possano essere tutti loro a raccogliere delle soddisfazioni. Poi lasciamo fare al destino la scelta se a risolverla sia un centrocampista più che un difensore o l’attaccante più atteso. A me andrà comunque bene”.

Una fase del derby d'andata

Una fase del derby d’andata

MECOMONACO: “Se guardo la Maceratese, loro hanno un buon organico in tutti i reparti, complice la presenza di diversi buoni giocatori. Poi è ovvio i numeri parlano chiaro, sicuramente anche noi abbiamo ottimi elementi al nostro interno e come ho già detto all’andata non cambierei nessuno dei miei ragazzi per pescare nell’organico altrui, perché sono sicuro che tra i nostri c’è più di un uomo derby”.

Meglio vincere il derby domenica o arrivare in testa a maggio?

MAGI: “Ma perché dover rinunciare a qualcosa? Credo che dobbiamo affrontare una partita alla volta, questa è la mentalità che la Maceratese ha avuto fino ad oggi e che deve portare avanti. Io sono sicuro che usciremo a testa alta a fine partita. Questo perché ogni gara fin qui la Maceratese (ancora imbattuta, ndr) è entrata a volte meglio, ma sempre col piglio giusto. Quindi sono convinto che domenica, al fischio finale, usciremo come sempre con la soddisfazione di aver dato il massimo. Questo mi aspetto sicuramente, come mi aspetto di arrivare in fondo occupando una posizione di classifica inimmaginabile all’inizio”.

La curva rossoblu nel derby d'andata

La curva rossoblu nel derby d’andata

MECOMONACO: “Senza nascondersi per la piazza, per i tifosi sicuramente sarebbe meglio vincere domenica. Naturalmente se uno ci pensa, sembra scontato che arrivare in testa a maggio e vincere il campionato può anche essere un buon compromesso, ma per essere lì fra qualche mese la Civitanovese deve obbligatoriamente aver fatto una buona prestazione e aver fatto risultato in questo derby”.

Maceratese e Civitanovese sono veramente le squadre più forti del campionato?

MAGI: “No, non credo. Penso che a loro vadano aggiunte Fano e Sambenedettese, la prima è seconda in classifica, la seconda sta lavorando sottotraccia e potrebbe rientrare nella corsa al vertice. Così come Campobasso e Matelica sono squadre da rispettare, con organici da testa di serie. Loro hanno meno pressioni complice la classifica, dobbiamo essere bravi noi a mantenere la testa senza considerare gli altri”.

Maceratese

La tifoseria della Maceratese festeggia con i propri beniamini la vittoria nel derby

 

MECOMONACO: “Andando a vedere tutte le formazioni presenti nel girone penso che di squadre forti in questo campionato ce ne siano diverse. Basti pensare che ci sono ancora Fano, Sambenedettese, Matelica, Chieti, Recanatese e Campobasso, tutte squadre che hanno degli elementi in rosa di tutto valore. Poi per vincere un campionato bisogna arrivare in fondo e ritrovarsi ad avere tutti i tasselli al proprio posto. La corsa alla vittoria finale è ancora aperta, c’è tutto un girone, ci sono tanti scontri diretti, difficile dirlo ora”.

Secondo lei chi è la squadra che arriva più da favorita allo scontro?

MAGI: “Io non saprei dirlo. Sinceramente la striscia di risultati positiva che ha fatto registrare fino a qualche settimana fa la Civitanovese è un segnale importante. In questi giorni si parla tanto di problemi societari, ma io non mi fido. Non credo a tante cose che escono fuori ultimamente. Sono convinto sia un derby da giocare col coltello tra i denti. Se saremo più bravi alla fine, sarà solo merito nostro e non certo per aver sottovalutato l’avversario prima del match”.

MECOMONACO: “Questo è il derby. Sappiamo tutti che queste sono partite che non hanno una squadra favorita. Domenica è una gara che si giocherà sul filo del rasoio e vincerà chi sbaglierà di meno, provando ad avere il coraggio di osare un po’ di più. Loro al momento vuoi per classifica, vuoi per lo score dell’ultime giornate arrivano un pelo avanti stando alle carte”.

Se un giorno le venisse proposta, accetterebbe mai di guidare la squadra avversaria?

MAGI: “Credo che rispondere ad una domanda del genere sia una cosa azzardata. Non mi è stato mai chiesto, non ci ho mai pensato e non lo farò fino al momento in cui, mi potrei ritrovare dinanzi ad una situazione simile. Io sono orgoglioso di rappresentare la Maceratese. Sono venuto sei mesi fa con tanto entusiasmo e non mi interessa pensare ad altro che a questo. Domenica ci teniamo tanto a dare una soddisfazione ai nostri tifosi, è importante per tutto l’ambiente ed il mio pensiero fino in fondo sarà solo per questi colori”.

MECOMONACO: “In questo momento non penso a quello che può essere il mio futuro. Io vorrei e mi piacerebbe rimanere più anni a Civitanova. Qui ho trovato entusiasmo e fiducia nei miei confronti appena sono arrivato. In realtà credo di aver ripagato sul campo con i risultati tutto ciò. Normale che la tifoseria e la piazza in generale, come me, vorrebbe vincere ogni domenica poi. Per me l’unico pensiero è legato ai colori rossoblu, poi quello che potrà succedere in futuro, solo il tempo lo dirà. Il mio interesse oggi e spero sia così, è di stare qui per diverso tempo. Una città dove si trova bene la mia famiglia quando viene spesso a trovarmi. E’ una piazza esigente, una realtà che chiede molto alla squadra della propria città, ma io sono abituato a stare in ambienti del genere e sono pronto a lottare per questi colori”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X