Maceratese, l’orgoglio di capitan Romano
“Fiero di indossare questa fascia”

L'INTERVISTA - Il centrocampista biancorosso: "Stankovic il mio idolo, per la vittoria del campionato ce la giocheremo con Samb, Civitanovese e Matelica"
- caricamento letture
Il capitano della Maceratese Alfredo Romano

Il capitano della Maceratese Alfredo Romano

di Andrea Busiello

E’ una settimana delicata quella che sta vivendo la Maceratese. Dopo il pareggio di Chieti (leggi l’articolo), arrivato al termine di un match rocambolesco dove i biancorossi sono stati raggiunti in 9 contro 11 nei minuti di recupero, i biancorossi stanno preparando al meglio la sfida di domenica. Un vero e proprio big match contro il Matelica di mister Gianangeli: domenica all’Helvia Recina un confronto che mette in palio molto più dei tre punti. Con sei punti di vantaggio sulla formazione dell’alto Maceratese, in caso di successo i ragazzi allenati da Beppe Magi potrebbero difendere la vetta dalla rincorsa di Civitanovese e Samb e dare una bella spallata a Cacciatore e compagni. Capitan Alfredo Romano è pronto a tornare in campo dopo l’assenza di Chieti per infortunio.

Nella partita di domenica la sua assenza si è sentita notevolmente…

“Non direi. I ragazzi che hanno preso il mio posto se la sono cavata positivamente. Con lo staff stiamo monitorando la mia situazione e spero che domenica posso tornare in campo”.

Quali sono le antagoniste della Maceratese in questo campionato?

“Le tre che sono sotto a noi. Samb, Civitanovese e Matelica mi sembrano le squadre più attrezzate al salto di categoria insieme a noi. Credo che sarà una bella lotta fino alla fine della stagione”.

La curva della Maceratese

La curva della Maceratese

Tanta serie C nel suo curriculum: come si trova in D?

“Il livello del calcio italiano rispetto agli anni scorsi è sceso. Rispetto all’anno scorso è invece salito perchè con la riforma della Lega Pro unica tanti ottimi giocatori sono scesi in D. Io cerco sempre di dare il meglio di me a prescindere dalla categoria”.

Lentamente è diventato sempre più punto fermo di questo gruppo, tanto da diventare il nuovo capitano…

“Dopo l’esperienza positva della scorsa stagione abbiamo con la società abbiamo deciso di continuare. Sono fiero di essere il capitano di questa squadra, la fascia mi gratifica. A Macerata c’è un ambiente sereno dove si può lavorare bene e sono davvero felice si giocare in questa società”.

Centrocampista che abbina la quantità alla qualità: qual è il suo simbolo?

“Fino a quando era in campo mi piaceva tantissimo Dejan Stankovic, centrocampista dell’Inter. Non voglio minimamente dire che volevo avvicinarmi a lui ma diciamo che nel mio ruolo lui era uno dei miei preferiti”.

Domenica big match contro il Matelica. Pronostico?

“Non mi voglio sbilanciare. Sarà una bella partita contro una squadra molto forte. Sono convinto che il nostro pubblicio si divertirà e che la Maceratese farà risultato”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X