Una vita nelle costruzioni
E’ morto Flaviano Pipponzi

CIVITANOVA - L'imprenditore aveva 82 anni ed era conosciuto per aver realizzato edifici e costruzioni pubbliche e private. Una degli ultimi lavori che ha eseguito è la scuola di Montecosaro scalo. E' stato presidente della Cassa edile di Macerata e presidente del club vela. Domani (11 novembre) il funerale, alle 15 a San Gabriele, la chiesa che lui stesso costruì e della quale andava fiero.
- caricamento letture

image

di Laura Boccanera

Se n’è andato all’età di 82 anni Flaviano Pipponzi, uno degli imprenditori edili di Civitanova più seri e apprezzati nel mondo dell’architettura e edilizia locale. Pipponzi è morto questa mattina a Villa Pini, lottava da mesi contro una malattia. La città perde così un’altra delle sue figure più conosciute: da oltre 60 anni alla guida dell’impresa edile “Pipponzi costruzioni”, Flaviano ha iniziato la sua carriera partendo dalla gavetta, dalle attività più stancanti e gravose aveva poi elevato il livello culturale e tecnico dei suoi lavori fino a farsi conoscere in tutta la provincia e oltre. Un’impresa che ha attraversato tre generazioni, ispirata dal padre Armando, piccolo muratore di Montegiorgio che trasferisce bagagli e attrezzi del mestiere a Civitanova, seguendo lo sviluppo urbanistico veloce e rapido del dopoguerra. Negli anni 60 Flaviano trasforma quella competenza in attività imprenditoriale e la ditta diventa un riferimento per abitazioni residenziali, per impianti sportivi, edilizia scolastica, sanitaria, religiosa e per restauri e ristrutturazioni. Sinonimo di serietà, buon gusto e qualità tecnica, attenzione e cura dei particolari e perizia artigianale, Pipponzi ha realizzato edifici e costruzioni sia per enti pubblici che privati. Una degli ultimi lavori la scuola di Montecosaro scalo, ma tra le strutture più note si annoverano la Caserma dei Vigili del fuoco di Civitanova e la palazzina tecnologica, il Campus universitario di Camerino, l’asilo nido di Montegiorgio, il restauro della Chiesa dei santi Gregorio e Valentino di Caldarola danneggiata dal terremoto del 1997. Presidente fino a qualche mese fa della Cassa edile di Macerata, Pipponzi curava nel tempo libero le sue passioni, l’arte, la pittura e il mare, la vela in particolare tanto da ricoprire il ruolo di presidente del club vela Civitanova per diversi anni. Lascia i figli Marco, presidente della biblioteca Zavatti e Paolo, i nipoti Flavia e Leone. I funerali si celebreranno domani pomeriggio (11 novembre) alle ore 15.00 a san Gabriele, la chiesa che lui stesso costruì e della quale andava fiero.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X