Zona 30, Pizzichini: “Solo una scusa
per dare un contributo a Ciclostile”

MACERATA - Il consigliere dell'Udc analizza il contenuto del provvedimento in vigore a Villa Potenza fino al 31 dicembre e chiede: "Dov'è finito il progetto di questa amministrazione di una piazza per ogni frazione?"
- caricamento letture
zona 30 0

Clicca sull’immagine per guardare le video-interviste a commercianti e residenti

Massimo Pizzichini in consiglio comunale

Massimo Pizzichini in consiglio comunale

L’avvio della zona 30 a Villa Potenza è al centro del dibattito. Commercianti e residenti, intervistati da Cronache Maceratesi, si sono divisi nelle valutazioni del provvedimento sperimentale (leggi l’articolo). Oggi sulla novità introdotta nel borgo e in vigore fino al 31 dicembre interviene il consigliere dell’Udc Massimo Pizzichini:

«Una riflessione sulla zona 30 in vigore da qualche giorno a Villa Potenza è doverosa. Bene il limite di 30 km orari, come l’evidenziare i passaggi pedonali .
Le criticità sono dovute alle difficoltà nell’attraversare il Borgo con un percorso a chicane e una rotatoria di piccole dimensioni che crea difficoltà specialmente per i mezzi pesanti, tanto che sono costretti a non rispettare la segnaletica orizzontale e nemmeno quella verticale relativa al transito dei veicoli oltre i 35 quintali. La fermata degli autobus non prevede il prescritto spazio di immissione ed emissione per la salita e discesa degli utenti.
Le aiuole ostacolano il parcheggio delle vetture. Il segnale di rimozione forzata dei veicoli presente lungo la via è fuori luogo.
La sosta per i disabili invece di essere agevolata è ostacolata da aiuole e transenne.
Da questi primi giorni di sperimentazione si può facilmente intuire che c’ è una volontà di sviare le persone a venire a Villa Potenza, creando notevoli difficoltà economiche ai commercianti del Borgo, che vivono proprio con clientela anche di paesi limitrofi. Se l’intento è quello di trovare un luogo per socializzare dov’è finito il progetto di questa amministrazione di una piazza per ogni frazione?
Per quanto riguarda il verde occorrerebbe maggiore attenzione per l’esistente, solo di recente si ê provveduto alla sistemazione del parco Bianchini, per la maggior parte dell’anno inaccessibile per via della scarsa manutenzione.
L’impressione é che si è voluto adottare una visione ideologica della zona 30 e cogliere l’occasione di dare un contributo di 6.000 euro all’associazione Ciclostile. Penso che con i dovuti accorgimenti e la possibilità di una maggior fruibilità dei parcheggi la sperimentazione possa dare risultati positivi».

foto-21-e1411583973930-650x485

Il parcheggio per disabili

foto2-e1411583989818-650x485

Il borgo di Villa Potenza

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X