Pioggia scampata per “Vita Vita”
Chiusa con successo l’estate civitanovese

CIVITANOVA - Grande partecipazione per la 11esima "Rassegna internazionale di arte vivente". Il direttore artistico Sergio Carlacchiani: "Non è solo una festa popolare ma anche un festival di buona levatura"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Irio De Paula

Irio De Paula

VITA VITA copyright Luigi Gasparroni   (5)di Laura Boccanera

(foto di Luigi Gasparroni)

Il maltempo ha risparmiato Vita Vita. Nonostante le previsione infauste di inizio settimana la macchina organizzativa del festival di arte itinerante che chiude l’estate civitanovese si è svolto senza intoppi. Tantissime le attrazioni che hanno animato quella che è molto più di una notte bianca. Dai gruppi musicali fino alla comicità, dalle esibizioni ai punti ristoro, l’offerta di intrattenimento è stata variegata e ricca. Sempre più apprezzati i punti ristoro della manifestazione che in collaborazione con gli esercizi commerciali hanno offerto anche street food. E poi i pezzi da novanta, come Irio de Paula a cui è stato assegnato il premio alla carriera. Chiamato Il Maestro Irio de Paula è il chitarrista noto per aver importato in Italia e in Europa un genere di musica folkloristica brasiliana.

VITA VITA copyright Luigi Gasparroni   (3)Ritorno gradito anche per il fado di Marco Poeta. Ma Vita Vita ha volto lo sguardo anche alle nuove generazioni con il premio nuovi talenti che quest’anno è stato assegnato al giovane Mattia Cigalini. E poi quel turbillon di musica, marching band, caotica e allegra confusione che caratterizza Vita Vita: le band musicali lungo corso Umberto I hanno animato la serata. Tuffo nel rock con il gruppo di Francesco Caporaletti, atmosfera cantautoriale per l’esibizione della tribute dedicata a De Andrè. E ancora ballerine brasiliane in Galleria e artisti giocolieri e mangiafuoco da Streni. Gran chiusura come di consueto con lo spettacolo della Compagnia dei Folli e con le loro suggestive coreografie sospese fra fiaba e sorpresa.

VITA VITA copyright Luigi Gasparroni   (2)Soddisfatto il direttore artistico Sergio Carlacchiani: “È stata una fatica enorme – ha detto – compensata dal fatto che ci sono persone che appoggiano e sostengono Vita Vita, uno spettacolo che raccoglie in sè tutte le discipline: dalla performance in senso ampio, a tutti i tipi di musica, la classica, jazz, pop, rock. E poi ci sono state le punte di eccellenza come Irio De Paula e Matteo Cigalini. Come sempre è arrivato un mare di gente, anche jazzofili giunti per l’occasione. Vita Vita non è solo una festa popolare ma anche un festival di buona levatura”. Funzionante nonostante la chiusura al traffico anche la macchina dei soccorsi: nel corso della serata si è reso necessario l’intervento del 118 per un paio di malori, per fortuna senza conseguenze serie per gli interessati.

 

 

 

 

VITA VITA copyright Luigi Gasparroni   (10)

VITA VITA copyright Luigi Gasparroni   (9)

VITA VITA copyright Luigi Gasparroni   (8)

VITA VITA copyright Luigi Gasparroni   (7)
VITA VITA copyright Luigi Gasparroni   (4) VITA VITA copyright Luigi Gasparroni   (3) VITA VITA copyright Luigi Gasparroni   (1) copyright Luigi Gasparroni 84132 copyright Luigi Gasparroni 8797



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X