Sosta gratis, i pass spuntano come funghi
Concessioni ai politici fin dal 2001

CIVITANOVA - Il provvedimento per il parcheggio gratuito ai possessori del tagliando risale al 2008. Sono 77 i beneficiari del privilegio ai quali vanno aggiunti quelli delle passate legislature. Al momento non ne godono i consiglieri grillini, Pierpaolo Rossi (Uniti per Cambiare), Belinda Emili (Rifondazione Comunista) e Daniele Maria Angelini (Pd).
Una disabile è stata invitata a pagare in un'area privata concessa al Comune. L'assessore Poeta è dalla sua parte: "Ha ragione, aveva diritto gratuitamente ad uno spazio"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Venerdì sera, piazza XX Settembre piena di auto nel primo giorno della sosta serale a pagamento

Da venerdì sera, in piazza XX Settembre è iniziata la  sosta serale a pagamento, sono esclusi dal provvedimento i possessori dei pass

piazza XX Settembre a Civitanova

Le strisce blu in piazza XX Settembre a Civitanova

di Laura Boccanera

Il pass parcheggio gratuito per amministratori e consiglieri ha “fatto rumore”. Dopo la denuncia del Movimento Cinque Stelle  (leggi l’articolo) che ha fornito i nomi e i cognomi dei consiglieri che avevano diritto al parcheggio gratuito in piazza XX Settembre, si è sollevato un vero e proprio vespaio di polemiche e giustificazioni da parte degli interessati. Il consigliere di maggioranza Mirella Franco li ha restituiti (leggi l’articolo). In realtà però il provvedimento per il parcheggio gratuito non è una novità di quest’anno: la delibera che disciplina la possibilità per i consiglieri e gli amministratori di sostare gratuitamente in piazza per l’esercizio delle proprie funzioni è datata 2008. Sono 47 i nomi rilasciati nel 2008 con ticket tuttora validi.

Nel 2012 se ne aggiungono 30 tra cui figurano i nomi dei nuovi consiglieri, dei presidenti delle aziende partecipate e di alcune istituzioni come ad esempio la protezione civile e la fototeca comunale.

I sette nominativi dei consiglieri di centrodestra sono stati rinnovati e gli unici a non godere del pass sono al momento Pierpaolo Rossi (Uniti per Cambiare), Belinda Emili (Rifondazione Comunista) e Daniele Maria Angelini (Pd)che non risulterebbero negli archivi. In tutto però parliamo di circa 77 nominativi, a cui si aggiungono altri nomi ancora più datati e risalenti al 2001 o al 2003 di ex consiglieri e amministratori. Resta da capire se costoro possano utilizzare ancora impropriamente il pass, dal momento che non viene chiesta la riconsegna al momento della decadenza dell’incarico. Ci sono poi casi bizzarri dove ad esempio le targhe associate al pass risultano vendute o addirittura rottamate.

area pepi de luca

Il parcheggio denominato Pepi De Luca e dato dal privato in uso al Comune, sul lungomare Nord

E se in piazza ci si accapiglia per il pass, chi più seriamente deve fare i conti con il parcheggio è una donna disabile residente a Civitanova, vittima di un sopruso domenica scorsa. Vanessa Mirabile infatti decide di trascorrere la domenica al mare. Ma non trovando il posto riservato a chi è portatore di handicap sul litorale e non essendoci parcheggi disponibili nelle immediate vicinanze della spiaggia decide di lasciare l’auto nel parcheggio denominato De Luca. L’area, di proprietà privata, è stata concessa al Comune come parcheggio estivo e l’ente lo ha affidato in gestione ad una cooperativa. Essendo tuttavia comunale, la ragazza si aspetta di poter usufruirne gratuitamente come accade con i parcheggi blu se in presenza del tagliando per disabili. Il custode invece insistentemente le chiede di pagare la tariffa giornaliera. La Mirabile, seppur mortificata paga, ma chiede di vederci chiaro.

“Ha ragione la ragazza – commenta l’assessore ai Lavori pubblici Marco Poeta – aveva diritto di parcheggiare nell’area senza pagare come avviene per gli altri stalli. Ringrazio questa ragazza per aver segnalato questa cosa, farò fare subito un’integrazione prevedendo o la presenza di appositi parcheggi per disabili anche in quell’area o la possibilità per chi è portatore di handicap e in possesso del tesserino di parcheggiare senza dover pagare nulla”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X