Il comitato per la figlia dell’ex suora:
“L’unica vera vittima è la bambina”

MACERATA - "Nati dal cuore" si è presentato questa mattina, ha illustrato le sue finalità e ha presentato le prossime iniziative, una manifestazione il 12 aprile al tribunale dei minori di Ancona e un presidio allo stadio durante Tolentino - Sambenedettese
- caricamento letture
Da sinistra

Da sinistra Giovanni Angelozzi, Ilaria Cardarelli e Lara Lorenzi

di Marco Cencioni

Sensibilizzare l’opinione pubblica sulla tematica delle adozioni, chiedere l’elaborazione di un percorso che tenga conto della minore e del suo vissuto, supportare tutti i casi di disagio che si verificano in tale campo. Sono questi i principali obiettivi di “Nati dal Cuore”, il comitato creatosi spontaneamente dall’iniziativa di alcuni cittadini” che hanno avuto un sussulto dopo la notizia che purtroppo vede protagonista inconsapevole questa bambina”. La bambina di cui si parla è la figlia della ex suora congolese stuprata a Roma nel 2011 da un sacerdote (leggi l’articolo) e che ha vissuto i suoi due anni e mezzo di vita con una famiglia residente nel Maceratese dalla quale ora, dopo una sentenza della Cassazione, rischia di essere allontanata.
Questa mattina, in una conferenza stampa, sono stati presentati i portavoce del comitato – Ilaria Cardarelli, Lara Lorenzi e Giovanni Angelozzi – i quali hanno reso noti i motivi e le finalità che il gruppo si propone. “La piccola, dopo essere nata, è stata affidata ad una coppia con la quale ha cominciato il suo percorso di crescita, vivendo in serenità e circondata dall’amore della nuova famiglia e ad oggi, a quasi due anni e mezzo, rischia di vedere interrotto e stravolto il suo quotidiano per decisione di adulti, che, a nostro avviso, non hanno minimamente considerato le ripercussioni che si sarebbero avute su di lei – dicono i portavoce – Contrariamente a quanto è stato dichiarato in un articolo, che presentava la madre biologica come prima vittima della vicenda, noi riteniamo, invece, che l’unica vera vittima sia la bambina”.
“Il nostro comitato è nato esclusivamente a sostegno della minore che in questi giorni, per effetto della sentenza della Corte di Cassazione, vede interrotto il percorso di adozione e quindi la possibilità di avere una situazione familiare stabile cosi come è stato da due anni a questa parte”, sottolinea uno dei portavoce del gruppo, Ilaria Cardarelli – dopo aver evidenziato la convinzione che l’iter giudiziario non sia stato né lineare né cristallino, la prima domanda che ci siamo fatti è stata relativamente all’operato della Corte di Cassazione: non riusciamo a capire proprio come abbia potuto prendere una decisione simile, non considerando l’età ormai raggiunta dalla bimba, il percorso formativo e i legami affettivi che ha istaurato e da ultimo anche il suo inserimento nella comunità intera”, la portavoce di “Nati dal Cuore” afferma: “E’ chiaro che ci rendiamo conto che le cose sono andate oltre e che non si può prescindere dalla presenza della madre naturale, quindi chiediamo al presidente del Tribunale di verificare ed eventualmente identificare un percorso nuovo, il quale garantisca alla bambina di avere la continuità degli affetti senza che ciò escluda nessuno”.

Proprio per dare voce alla bimba, ma in generale a tutti i bambini che si trovano in situazioni simili, il comitato si impegna a far sentire la sua voce in tutti i luoghi deputati, a livello locale e nazionale, governativo e parlamentare. In quest’ottica è stata organizzata la manifestazione del 12 aprile ad Ancona, davanti al Tribunale dei Minorenni. “Si tratta di un’iniziativa pacifica, non di protesta contro qualcuno o qualcosa ma di solidarietà, per cercare di aprire un dialogo collaborativo con l’istituzione preposta al caso – sottolineano i portavoce – In tale occasione i manifestanti “coloreranno” con la loro presenza la via del Tribunale. Inoltre, mercoledì 9 aprile,allo stadio della Vittoria di Tolentino, in occasione della partita di campionato di Eccellenza “Tolentino – Sambenedettese”, il comitato sarà presente con un presidio. Siamo tempestati da varie proposte di iniziative – concludono – Tutto sta avvenendo in modo rapido e completamente spontaneo e di questo ringraziamo veramente tutti. A tal proposito ci corre l’obbligo di ringraziare, oltre a tutti i privati cittadini che si stanno mobilitando, come si può facilmente verificare controllando la nostra pagina facebook (1000 contatti in una sola settimana, ndr), anche numerose associazioni presenti nel territorio, che hanno dato il loro supporto e espresso la vicinanza alla bimba: – Agesci locale, Amici Per onlus, AIDO, Auser Il Girasole, Avis, Sermit, Rotary Club, Croce Rossa Italiana, Centro Sociale “Santa Teresa” l’ U.S. Tolentino e molti altri. Renderemo noti nei prossimi giorni gli eventi che saranno in programma e tutto ciò è possibile solo grazie alla forza e all’energia di coloro che hanno aderito al comitato”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X