Figlia dell’ex suora affidata
ad una famiglia maceratese
Nasce un comitato contro l’allontanamento

"Nati dal cuore" è formato di cittadini che considerano un'ingiustizia quanto sta accadendo alla bambina di quasi tre anni nata da una religiosa congolese stuprata
- caricamento letture

suoradi Marco Cencioni

La storia è quella di una ex suora congolese stuprata a Roma nel 2011 da un sacerdote di cui non ha mai voluto fare il nome – rimasta incinta quando ancora indossava il velo – e della sua bambina, nata da quella violenza. Una bambina che adesso ha quasi tre anni e che ha vissuto sinora con i genitori affidatari – una coppia residente nel Maceratese – visto che dopo il parto l’ex religiosa non aveva riconosciuto la piccola nei tempi stabiliti dalla legge. La notizia è che contro la sentenza della Cassazione, la quale ha deciso che l’ex suora potrà frequentare la bimba, si è formato nella provincia di Macerata il comitato spontaneo “Nati dal Cuore” formato “da cittadini che non vogliono più stare a guardare, da persone responsabili che non possono sopportare l’ingiustizia che sta subendo una bambina che presto verrà allontanata dai genitori affidatari con i quali ha vissuto da quando aveva 22 giorni, per ricongiungersi con la mamma naturale, l’ex suora congolese che l’aveva abbandonata alla nascita”. La religiosa ha infatti deciso di riprendersi la bambina dopo che la sua congregazione (Petites Soeurs de Nazareth) non aveva accettato di riaccoglierla come suora. La Cassazione ha accolto il ricorso presentato contro il via libera alle procedure per l’adozione attivate dalla Corte di Appello di Ancona, la quale aveva ritenuto fuori tempo massimo il ripensamento della donna. “Sulla scorta delle allarmanti notizie lette sui giornali, delle opinioni di psicologi, pedagogisti, neuropsichiatri, giudici e della gente comune, il “Comitato Nati dal Cuore” ha deciso di unirsi per sensibilizzare l’opinione pubblica su questa triste vicenda, per cercare di far sentire la propria opinione alle autorità preposte per una soluzione più tutelante per la bambina rispetto a quella prospettata”. Il Comitato ha già convocato una conferenza stampa – che si terrà lunedì 7 aprile  –  in occasione della quale verranno presentati i portavoce e verranno esposte le diverse iniziative che il Comitato vuole intraprendere. “La prima sarà una manifestazione pacifica davanti al Tribunale per i Minorenni di Ancona il prossimo 12 aprile (il pullman partirà da Tolentino, ndr) e a seguire vari banchetti informativi e un convegno in programma per il prossimo 29 aprile. L’intenzione del Comitato “Nati dal Cuore” è quello di cercare un dialogo con le istituzioni perché convinti che esistano soluzioni alternative a quanto sinora prospettato e inoltre per sensibilizzare l’opinione pubblica su tematiche particolarmente delicate come quelle dell’affido e dell’adozione. Il Comitato invita chiunque abbia una sensibilità e un cuore ad iscriversi su Facebook al “Comitato Nati dal Cuore” e a partecipare con alle discussioni e iniziative che si proporranno”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X