Tredici studenti sospesi all’Itc,
Costamagna riprende Balboni:
“Deve distinguere i suoi ruoli”

CIVITANOVA - Il presidente del Consiglio comunale commenta le parole del collega assessore, che è anche insegnante: "Non si può dire che andare in classe è come andare in trincea"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Il presidente del Consiglio comunale Ivo Costamagna

Il presidente del Consiglio comunale Ivo Costamagna

di Laura Boccanera

Il presidente del consiglio Ivo Costamagna striglia l’assessore alla pubblica istruzione Piergiorgio Balboni per il giudizio espresso nei confronti della scuola che ha sospeso i 13 studenti (leggi l’articolo). Ieri Balboni aveva dato la sua solidarietà, in qualità di insegnante, alla decisione assunta dal corpo docenti di sospendere a seguito di note e richiami 13 allievi dell’istituto per geometri. Un’uscita che non è piaciuta a Costamagna che richiama all’ordine l’assessore: “Balboni deve distinguere il suo ruolo di assessore da quello di insegnante. Generalizzare tutti gli studenti e dire che i professori resistono agli adolescenti va contro ciò che è lo scopo dell’amministrazione comunale nel ruolo di politiche giovanili. C’è una carenza educativa, è vero, ma le parole di Balboni non mi sono piaciute, non si può dire che entrare in classe è come andare in trincea. A questo scopo proporrò di istituire anche a Civitanova il consiglio comunale dei ragazzi”. Ma Costamagna interviene anche in merito ad un’altra scuola, quella di via Regina Elena e replica al consigliere Massimo Mobili e alla dirigente scolastica Daniela Boccanera: “sia la dirigente che Mobili erano a conoscenza del fatto che abbiamo scelto di finanziare per 600mila euro proprio il plesso di via Regina Elena. Grazie ai nuovi fondi per la scuola stanziati dal governo abbiamo deciso di destinare proprio a quell’istituto la somma a disposizione per la ristrutturazione complessiva, tentare quindi di degradare l’operato è un’operazione che non capisco. I tempi e le soluzioni saranno rapide”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X