L’importanza dello spogliatoio nel calcio:
ospite d’eccezione Adriano Bardin

POLLENZA - L'incontro informativo si terrà al Teatro Verdi, venerdì 12 aprile e sarà aperto dirigenti, istruttori, allenatori, genitori e calciatori
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

ImmagineL’asd Montemilone Pollenza, nello sviluppo del progetto, di “insegnare” calcio, anche fuori dal rettangolo verde, ha organizzato un incontro, aperto, oltre che ai propri tesserati, anche a tutti gli interessati, presso il Teatro Verdi di Pollenza, per venerdì 12 aprile, alle ore 21:00.
Lo scopo dell’incontro formativo, è quello di mettere in risalto l’importanza dello “spogliatoio”, inteso come vera e propria “scuola di vita”, nella crescita sportiva ed umana dei giovani calciatori. E per l’occasione è stato inviato Adriano Bardin , ex portiere classe 1944, e preparatore dei portieri di diverse squadre di Serie A, italiane e non, e della Nazionale Italiana nel biennio 2002-2004, nonché autore del libro “L’ultimo spogliatoio.”

Nell’autobiografia si può leggere questa frase, che fornisce a grandi linee i tratti caratteriali dell’autore: “Nel corso della mia vita lo spogliatoio è stato un rifugio che mi proteggeva dalle parole di giornali e tifosi, dalle interminabili discussioni su risultato e classifica, dalle occasioni mancate, ma anche dai festeggiamenti eccessivi, dalle gioie premature e avventate.”

Bardin, all’interno di quel pazzo mondo che fa rima con pallone, è un’istituzione e senza dubbio è stato un gran punto di riferimento per Gianluigi Buffon , che di lui ha uno splendido ricordo, espresso pubblicamente sulla propria pagina Facebook.
“Questo è stato il mio allenatore dei portieri in nazionale nell’era Trapattoni. Grande professionista, persona d’altri tempi. La sua voce un po’ roca con l’accento veneto, quella faccia scavata dai sacrifici per ritagliarsi uno spazio importante nel mondo del calcio (prima da portiere e poi d’allenatore) e quei baffi che caratterizzavano gli adulti del suo tempo, lo rendevano estremamente civile e cordiale, con una smisurata dignità […] ogni tanto lo guardavo e sorridevo […] erano sorrisi di stima che equivalevano a mille applausi di tifosi deliranti. Questi piccoli pensieri sono un atto dovuto perché la gente deve sapere. Deve sapere che il calcio non è fatto solo di personaggi squallidi e ignoranti, ma anche da persone oneste, raziocinanti e che purtroppo non hanno avuto la celebrità che meritavano solo perché sapevano stare al proprio posto.”
L’appuntamento è per le ore 21:00, di venerdì 12 Aprile 2013, presso il Teatro Verdi di Pollenza. Moderatore del convegno sarà Andrea Verdolini di Tvrs.
Nel pomeriggio di venerdì 12 aprile, Bardin, terrà uno stage riservato ai preparatori dei portieri (info : 0733.549577–333.7582557) presso il Campo A. Galasse di Pollenza.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X