Civitanovese, il pagellone
del girone d’andata
La Vista il migliore, tante le insufficienze

SERIE D - I rossoblu chiudono la prima parte della stagione sotto le aspettative della vigilia: bene Moretti, Boateng, Mallus e Galli. Da rivedere Perozzi, Gadda e Ridolfi
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Giorgio La Vista

Giorgio La Vista

Con la fine del girone d’andata è tempo di pagelle per le squadre di serie D. La Civitanovese ha chiuso un girone d’andata un pò altalenante. Andiamo a vedere nello specifico i voti dei protagonisti.

di Laura Barbato

Perozzi 5.5: l’estremo difensore, arrivato dall’Ascoli, non ha brillato come ci aspettava, del resto ha sofferto come tutto il reparto difensivo ed inoltre sul suo rendimento può aver pesato il pesante stop che ha subito nella passata stagione. Di certo non gli si può attribuire la colpa dei 20 gol subiti dalla Civitanovese ma in alcune circostanze si poteva fare di più.

Botticini 6: il più giovane dei difensori rossoblu, classe ’94 gode della fiducia del tecnico ed ogni qualvolta è stato chiamato in causa ha sempre risposto presente. Disattenzioni difensive sono state commesse ma è un discorso generale che riguarda tutto il reparto difensivo.

Il centrocampista della Civitanovese Nicola Moretti

Il centrocampista della Civitanovese Nicola Moretti

Filopati e Porfiri 5.5: il primo classe ’94 e il secondo ’93 entrambi alla prima esperienza con la maglia rossoblu hanno fatto vedere cose egregie ma non hanno convinto del tutto, sarà per la giovane età, per l’inesperienza e per il momento delicato di tutta la squadra fatto sta che entrambi come tutta la difesa in molte occasioni potevano far meglio.

Mallus 6.5: in un girone d’andata costellato da alti e bassi, è stato l’unico della difesa che ha avuto un buon rendimento, diventando uno dei giocatori ai quali il mister non può rinunciar: il difensore centrale è il giocatore da cui ripartire per costruire una difesa più solida in vista di un girone di ritorno da protagonisti. Punto negativo: è troppo impulsivo e questo in qualche occasione la squadra lo ha pagato a caro prezzo, come quando è stato espulso contro il Celano.

Boateng 6.5: è una delle poche cose riuscite quest’ anno a Cabrini, ovvero riconfermarlo. Il centrocampista di origini ghanesi ha una marcia in più. Dinamico e volitivo è anche merito suo se nella seconda parte del campionato la Civitanovese ha cambiato marcia.

L'attaccante della Civitanovese Giorgio Galli

L’attaccante della Civitanovese Giorgio Galli

Ekani 6: se non fosse stato per quelle tre giornate di squalifica con cui ha chiuso il girone d’andata avrebbe avuto mezzo voto in più. il centrocampista che dal Teramo in estate è approdato a Civitanova non poteva ambientarsi meglio. Velocità e dinamicità fanno di lui una delle rivelazioni positive di questa prima metà del campionato.

Gadda 5.5: giocatore giovane e volenteroso, una grande risorsa per una squadra che affanna ma in questo girone d’andata, spesso ha fatto più male che bene.

La Vista 7.5: E’ il leader dello spogliatoio, il migliore dei suoi e punto di riferimento in campo. Tante e tante volte ha tolto le castagne dal fuoco ai rossoblu, come a Isernia segnando il gol del vantaggio. Sempre più capitano e leader indiscusso, è l’uomo giusto su cui ricostruire la squadra in vista di un grande girone di ritorno.

L'allenatore della Civitanovese Giovanni Cornacchini

L’allenatore della Civitanovese Giovanni Cornacchini

Monti 6: per lui solo scampoli di partita ma quando viene chiamato in causa si fa trovare sempre pronto.

Moretti 7: secondo solo a un super La Vista, sempre più padrone del centrocampo, la sua presenza avrebbe fatto comodo nelle prime giornate in cui la Civitanovese ha sofferto e non poco. Rientra e conquista fiducia dei compagni e del mister e va anche a segno come nella gara contro il Marino.

Galli 6.5: il grande bomber fatica a carburare ma quando ingrana non c’è nulla che può fermarlo. Molti dei suoi gol hanno regalato punti preziosi ai rossoblu come la rete che ha sancito la prima vittoria arrivata contro il Fidene o i tre punti sull’Amiternina.

Biso 6.5: arrivato in corso d’opera ha saputo conquistare la fiducia del mister e dei compagni. Sempre più pedina importante dell’attacco rossoblu ha contribuito e non poco alla risalita della Civitanovese.

Nardone 6: in questo girone d’andata non ha trovato molto spazio, del resto non è neanche facile se davanti hai un bomber come Galli ma quando il mister lo ha chiamato in causa si è sempre fatto trovare pronto.

Ridolfi 5.5: l’insufficienza è dovuta alla dura squalifica, di tre giornate, arrivata alla fine del girone. Anche per lui vale lo stesso discorso fatto per Nardone.

Covelli e Digno e Sensi s.v. sono arrivati all’inizio di dicembre e hanno contribuito, chi più chi meno alla causa rossoblu.

Mandorlini, Rossi s.v. Ticchi (portiere’94 nuovo acquisto), Torta (difensore ’89. Nuovo acquisto)

Cornacchini 6: per il mister che l’anno scorso di questi tempi se la passava molto meglio essendo al terzo posto, dietro a squadre come il Teramo e l’Ancona, solo la sufficienza. Il motivo è dato dai numeri: 5 vittorie, 5 pareggi e 7 sconfitte non sono numeri da squadra che ad inizio anno dichiarava di voler ripetere le imprese della stagione passata. L’inizio di campionato è stato devastante, con la prima vittoria che è arrivata solo alla nona giornata, numeri preoccupanti; allo stesso tempo va dato atto all’allenatore di aver fatto un grande lavoro, soprattutto psicologico, sui giocatori portando la squadra a vincere di nuovo, a rialzare la china ed allontanarsi dal fondo della classifica. Tutto sommato, visto come era iniziata la stagione va più che bene.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X