Escalation di furti e rapine in provincia
Legato e ferito l’imprenditore Grassetti

I malviventi hanno immobilizzato l'uomo e la moglie dopo essersi introdotti nella recinzione. A Camporota di Treia, rubati ori e contanti per il valore di 20 mila euro
- caricamento letture
villa_grassetti-2-300x225

La villa di Armando Grassetti

Dopo l’episodio di domenica notte nell’abitazione dell’imprenditrice di Montelupone Emanuela Menghi (leggi l’articolo), rapinatori in azione ieri sera a Macerata in zona Vergini mentre a Camporota di Treia i ladri si sono introdotti in un’abitazione portando via tutto ciò che hanno trovato. Gli episodi sono avvenuti nel giro di poche ore e riaccendono l’allarme che in realtà non si era mai completamente spento.

A Macerata  ad essere presa di mira è stata l’abitazione dell’imprenditore edile Armando Grassetti in via Galasso da Carpi. Intorno alle 20,30, l’uomo stava rincasando quando è stato bloccato da quattro uomini incappucciati che si erano introdotti all’interno della recinzione della villa, scavalcando probabilmente il cancello d’ingresso. L’uomo è stato immobilizzato e colpito con un martello. Stessa sorte per la moglie Paola che è stata legata in casa. I malviventi le hanno strappato dal collo la catenina d’oro che indossava poi  hanno prelevato la cassaforte che avrebbe contenuto all’incirca 150 euro poi si sono dati alla fuga senza lasciare alcuna traccia. Al loro arrivo gli agenti della Polizia e i sanitari del 118 hanno trovato i due coniugi in stato di choc e li hanno subito soccorsi ma per loro non è stato necessario il trasferimento all’ospedale. Intervenuta anche la Polizia Scientifica che ha raccolto gli elementi utili per rintracciare i responsabili del gesto.

villa_grassetti-3-300x225

I rapinatori si sono introdotti all’interna del cortile dell’abitazione

L’imprenditore Grassetti aveva già subito un furto nel febbraio dello scorso anno (leggi l’articolo) quando dalla sua villa furono prelevati contanti e preziosi per un valore totale di 60 mila euro. 

A Camporota (Treia) invece un furto è stato messo a segno in un’abitazione isolata dove abita, su due piani differenti, una famiglia di due persone composta da madre e figlio.Al rientro, Giampalma Copparo, 63 anni che vive nell’appartamento del piano terra tornando a casa si è accorta  di movimenti strani e di persone in fuga e ha subito dato l’allarme ma i malviventi, presumibilmente tre, sono riusciti a scappare nonostante l’immediato intervento dei carabinieri. Il bottino è quantificabile in circa 20 mila euro tra contanti e monili.

(Foto Cronache Maceratesi – vietata la riproduzione)

villa_grassetti-1-300x226



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X