Sequestrato richiamo acustico per uccelli

PIEVE TORINA - Lo strumento funziona a batteria ed emette il verso della quaglia. L'utilizzo è vietato dalla legge
- caricamento letture

corpo_forestale_stato“In amore e in guerra tutto è lecito” recita un vecchio detto. lo stesso non vale per la caccia. La legge ad esempio vieta l’utilizzo di richiami acustici come quello che è stato sequestrato  dal personale della Stazione del Corpo Forestale dello Stato. Nel corso dei normali controlli in ambito venatorio, i militari  hanno trovato  in località “Monte Capecchiara” del comune di Pieve Torina  un richiamo acustico a funzionamento elettromagnetico alimentato a batteria, in una zona in cui si svolge la caccia alla fauna migratoria. Il richiamo acustico, il cui uso è vietato dalle norme per la protezione della fauna selvatica e per il prelievo venatorio, formato da una batteria da 12 V e da un congegno con timer e selettore di suoni, che riproduce il verso della quaglia e che serve per far avvicinare i volatili all’appostamento dei cacciatori, è stato posto sotto sequestro e consegnato all’Autorità Giudiziaria di Camerino, insieme  alla comunicazione di notizia di reato contro ignoti. Sono in corso ulteriori indagini da parte del Corpo Forestale dello Stato per dare un nome e un volto ai bracconieri che, con l’inganno, attraggono ed uccidono illecitamente le specie più svariate di uccelli. Il Comandante Provinciale Giseppe Bordoni sottolinea che saranno potenziati i servizi di vigilanza venatoria sul territorio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X