Popsophia, Mobili contro Silenzi
“Non deve cercare alibi”

CIVITANOVA - L'ex sindaco invita il segretario del Pd a trovare fondi e sponsor per la manifestazione
- caricamento letture
mobili-0-300x225

Massimo Mobili

“Sono felice che Silenzi sciorini i dati di Popsophia che noi abbiamo dato fin dallo scorso anno. La trasparenza c’era, ma forse per motivi politici non faceva comodo vederla”. Replica così il consigliere Massimo Mobili all’operazione verità del vicesindaco e assessore alla cultura Giulio Silenzi che sabato, dopo una riunione operativa con il direttore dei teatri Alfredo Di Lupidio, ha evidenziato una mancanza di 200mila euro dal bilancio a disposizione di Popsophia rispetto al 2011 (leggi l’articolo). “Dire che non ci sono risorse è una mezza verità – continua Mobili – le risorse non ci sono perchè non c’è ancora un bilancio, Silenzi può decidere quanto destinare al festival, lo facemmo anche noi quando Popsophia tra l’altro, era solo nella mente mia e di Ercoli. In questo senso Silenzi è avvantaggiato perchè nel bilancio triennale il festival è previsto. Lo invito quindi a non cercare alibi per il cambio di rotta a 180 gradi che ha fatto su Popsophia. Capisco che possa essere antipatico per lui portare avanti un progetto pensato da altri. Lo invito ora a trovare i fondi per la cultura dagli sponsor privati, come facevamo noi quando andavamo col cappello in mano dagli sponsor e l’opposizione invece sparlava del festival in qualche bar della città”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =