Silenzi: “Operazione trasparenza su Popsophia
220mila euro in meno per la nuova edizione”

CIVITANOVA - Prima riunione operativa. Il neo vicesindaco: "Ci siamo messi subito al lavoro per recuperare il gap di tempo e di denaro mancanti"
- caricamento letture
silenzi_evidenza

Giulio Silenzi

di Laura Boccanera

Meno 220mila euro per Popsophia. Rispetto all’edizione 2011 il Comune quest’anno dispone di numerose risorse in meno. A lanciare l’operazione “trasparenza” è l’assessore alla cultura Giulio Silenzi che dopo un incontro con il direttore dei teatri Alfredo Di Lupidio presenta una ricognizione dei conti e la previsione in bilancio per la seconda edizione del festival. “Stiamo valutando ciò che ci ha lasciato la precedente amministrazione – ha detto Silenzi – e da qui dovremo ripartire, ad oggi e con i fondi a disposizione non riusciremmo a fare un festival di 4 settimane, ma siamo già al lavoro per recuperare il gap di tempo e di denaro mancanti. Sulla base di atti certificati il Comune ha in cassa per Popsophia 46700 euro. Tra le entrate provenienti da sponsor esterni 10mila euro sono già stati contrattualizzati, 80 mila sono sponsorizzazioni da privati che però non sono state formalizzate e 40mila euro provengono dalla Regione”. Silenzi analizza anche i costi dell’edizione 2011: “Si sono spesi 453.916mila euro, di cui la parte stanziata dal Comune è pari a 223mila, la restante parte di 230mila euro proviene dai privati. Inoltre per il 2011 i fondi destinati all’azienda teatri per tutte le manifestazioni e attività culturali era di 1.250mila euro, quest’anno sono state ridotte a 850mila”. Cifre che hanno lasciato fino ad oggi in stallo l’organizzazione, ma Silenzi, dopo l’incontro con il direttore artistico Evio Hermas Ercoli con cui collaborò ai tempi della presidenza provinciale per il pareggio dello Sferisterio, è ottimista: “questa è un’operazione trasparenza che lamentavamo non ci fosse, su queste basi noi dimostreremo una discontinuità, per il resto siamo già al lavoro per recuperare sostegno e sponsorizzazione dai privati, l’impegno è alta per garantire e mantenere le 4 settimane”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X