Fermato con un martello e un bastone
Sventata aggressione preannunciata in chat

Una donna maceratese aveva conosciuto l'uomo in un social network. I carabinieri del Comando di Civitanova sono intervenuti in tempo
- caricamento letture

chatQuando il virtuale diventa realtà. E’ accaduto ad una donna residente nel Maceratese la quale aveva conosciuto un uomo nella chat di un social network e con lui ha intrattenuto un rapporto puramente virtuale. L’uomo, però, aveva forse frainteso la disponibilità della signora, peraltro sposata, e avrebbe fatto di tutto per incontrarla o vederla di persona. Ieri sera ha deciso di concretizzare la conoscenza virtuale  e sapendo dove la donna abitava ha minacciato che sarebbe partito con la sua auto da una provincia limitrofa dove risiede, per raggiungerla. Le sue intenzioni erano tutt’altro che amichevoli come lui stesso aveva annunciato nelle ultime battute in chat.
Fortunatamente la donna, che temeva un’aggressione, ha segnalato la situazione al Comando dei Carabinieri di Civitanova. I militari hanno percepito dal racconto della donna che sia lei che i suoi familiari fossero in concreto pericolo. Hanno approfondito ogni elemento identificativo dell’uomo per poter individuare innanzitutto il possibile mezzo con cui viaggiava. Veloci accertamenti di routine ed i carabinieri della compagnia civitanovese hanno diffuso le ricerche sulle possibili vie di transito dell’utilitaria su cui poteva sopraggiungere l’uomo. I posti di controllo, a cura del radiomobile civitanovese e delle stazioni di Potenza Picena e Recanati, lo hanno bloccato in tempo. Il suo arrivo,  preannunciato in chat, poteva essere certamente connesso alla vicenda, perciò è scattata la perquisizione durante la quale, i carabinieri della stazione di Potenza Picena,hanno rinvenuto un martello ed un manico in pvc atti ad offendere. Ne è scaturito  il sequestro, operato d’iniziativa dai militari e la denuncia alla magistratura del capoluogo dell’uomo vagliandosi, fra le ipotesi di reato, anche quella di stalking. Per la donna un sospiro di sollievo per aver evitato, con una semplice chiamata al numero di emergenza dei carabinieri, una probabile disavventura. Una vicenda che pone l’accento sulla necessità di porre maggiore attenzione e diffidenza verso gli sconosciuti, anche quando si pensa di aver raggiunto un sufficiente livello di confidenza durante lunghe conversazioni nelle chat.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X