Lube furiosa con gli arbitri
Patron Giulianelli spara contro la Lega

LE DICHIARAZIONI DOPO LA FINALISSIMA - Il numero 1 biancorosso e il ds Recine non le mandano a dire. Exiga e Podrascanin in coro: "Avevamo la Coppa in mano e l'abbiamo consegnata a Trento"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Lube-Trento-bis-3-300x200

da Roma

Andrea Busiello

Il primo sentimento che emerge nel post Lube-Trento (leggi la cronaca della gara) è la delusione nei volti di tutti. C’è chi se la prende con gli arbitri e la Lega e chi invece si rammarica per non aver sfruttato un vantaggio di 18-13 nel terzo set, avanti 2-0.

“Sono furioso con gli arbitri perchè ci hanno condizionato la gara – dice a fine partita patron Fabio Giulianelli – Tutte le palle dubbie le hanno date a Trento e mi sono stufato di questo trattamento. Noi prendiamo ammonizioni ogni volta che protestiamo, loro mai. Ora basta, è il momento di farsi sentire nelle sedi opportune”.

Dopo aver perso la finale in maniera incredibile, parla Marko Podrascanin: “Abbiamo giocato molto molto bene fino al 18-13 del 3′ set, poi la loro esperienza ha fatto la differenza. Sono molto rammaricato perchè siamo arrivati vicinissimi alla Coppa”. Belle parole verso il gruppo le spende il ds biancorosso Stefano Recine: “Sono molto orgoglioso di tutti, la vittoria sembrava fatta ed invece è sfumata per un soffio. Ci tengo a sottolineare come la loro panchina è stata ancora una volta poco sportiva e sono stufo di questi atteggiamenti”.

Lube-Trento-bis-4-300x200

La grinta del parton Fabio Giulianelli

Questo invece il commento dell’allenatore della Lube Alberto Giuliani: “Questa sconfitta è molto dura da digerire, rappresenta una vera e propria mazzata per come è arrivata. Sapevamo di poter giocare alla pari con Trento e ci siamo riusciti alla grande, dominando per due set e mezzi. Poi la palla di Omrcen credo che l’abbiano vista tutti, per noi si trattava della rotazione più importante, e da lì in poi la gara è decisamente cambiata. Voglio fare un grande applauso al nostro pubblico, che oggi è stato ancora una volta straordinario”. La Lube ha sfiorato la perfezione nei primi due set e Stankovic afferma: “Siamo stati perfetti fino al 2-0 ed anche per buona parte del terzo set, poi la partita ci è scivolata via. Il tie break è stato deciso da un singolo errore in più, e questo ci lascia ancor più rammarico. Peccato, perché penso che se avessimo chiuso la partita sul 3-0 nessuno avrebbe potuto dir nulla”. Il libero Exiga non le manda a dire: “Abbiamo decisamente consegnato la Coppa nelle mani di Trento, dopo aver avuto la partita saldamente nelle nostre mani. Loro sono forti, ma questa gara sarebbe dovuta finire in tutt’altro modo. Sono molto triste, ma spero di riscattarci subito battendo Trento in Champions League. Sarà un’altra storia, ed oggi più che mai sappiamo che possiamo sconfiggerli”.

Lube-Trento-bis-5-300x200   Lube-Trento-bis-6-300x200   Lube-Trento-bis-7-300x200   Lube-Trento-bis-8-300x200



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X