Massacro di Porto Potenza
Convalidati i quattro arresti

Il giudice ha disposto la custodia cautelare in carcere, motivandola con il pericolo di fuga e la pericolosità sociale dei fermati
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
omicidio_porto_potenza-5-300x238

Sandro Carelli scortato dai carabinieri

Il Gip di Macerata Enrico Zampetti ha convalidato gli arresti dei quattro uomini indagati per l’omicidio della ballerina romena Andreea Christina Marin, 22 anni, uccisa all’alba di venerdì a colpi di bastone e spranga a Porto Potenza Picena.
Per Sandro Carelli, 57 anni, ex compagno della vittima e presunto mandante dell’assassinio, per il figlio Valentino, 22 anni, e per Sebastian Capparucci e Silvio Giarmanà, entrambi di 26 anni, il giudice ha disposto la custodia cautelare in carcere, motivandola con il pericolo di fuga e la pericolosità sociale dei fermati. Tutti e quattro si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Secondo i difensori, versano in uno stato di totale prostrazione e confusione mentale, e non dormono da giorni. Per tutti, l’accusa è di concorso in omicidio volontario aggravato da crudeltà e futili motivi. La ballerina sarebbe stata ammazzata perchè Sandro Carelli si sentiva tradito, e depredato da continue richieste di denaro da parte della donna: l’uomo avrebbe reclutato gli amici del figlio, con la promessa di un compenso, per dare “una lezione” alla ragazza, poi sfociata nel delitto.

V4D53831-300x199



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X