E’ UN AGOSTO DI FUOCO
Temperature più alte solo nel 2003

CALDO RECORD - Parla il metereologo Redo Fusari. La colonnina di mercurio sfiora i 38 gradi, bassa l'umidità relativa. Piogge in arrivo dalla prossima settimana
- caricamento letture

ragazza-caldo

 

di Filippo Ciccarelli

Agosto, fresco mio non ti conosco. Il caldo imperversa a Macerata e provincia, e perdurerà almeno fino agli inizi della settimana prossima, quando le prime piogge faranno capolino ed interromperanno un periodo di siccità che dura dal 28 luglio scorso. Le temperature diurne si attesteranno sui 36-37°C, mentre quelle notturne dovrebbero toccare i 21-22°C.
“Ma, almeno, il caldo percepito sarà inferiore rispetto a quello reale” spiega il meteorologo Redo Fusari, dell’Ossevatorio Geofisico di Macerata “infatti l’umidità relativa rimarrà bassa, rispettivamente tra il 20% del giorno ed il 50% della notte. L’umidità è responsabile dell’accentuazione della sensazione del caldo e del freddo, quindi sentiremo sulla nostra pelle 2-3°C in meno rispetto a quelli reali”. Da fine mese, comunque, le temperature torneranno a livelli di norma, per via dello spostamento della cappa di alta pressione verso ovest, che favorirà una maggiore variabilità atmosferica.
Ma l’estate 2011 è stata caratterizzata da un caldo eccezionale? Dalla banca dei dati in possesso dell’Osservatorio Geofisico, si rileva che, in assoluto, l’estate (periodo giugno/agosto) più calda si è avuta nell’anno 2003 con un livello medio delle temperature massime diurne di 34.1°C, contro i 31.0° di quest’anno, che comunque si attesterà (anche se dovrà essere aggiornata con i valori dei prossimi giorni di agosto) al secondo posto, seguita dall’estate del 2007 (30.9°C) e da quella del 2001 (30.8°C).

redo-fusari

Redo Fusari

Anche il primato delle temperature massime assolute spetta al 2003 con punte di 40.5° e 40.6°. rispettivamente nei mesi di luglio e di agosto; mentre quest’anno si sono raggiunti i 36.5° e i 38.8° nei giorni 13 luglio e 19 agosto. Rispetto al valor medio degli ultimi 60 anni, le temperature estive diurne nel 2011 si sono posizionate su un livello di 3.3°C al di sopra della norma. Tali considerazioni vanno estese anche alle altre località della provincia, con lievi attenuazioni verso la costa e chiaramente sulle zone montane e viceversa con incrementi sulle zone di fondovalle.
Gli andamenti pluriennali perciò non fanno che confermare il crescente incremento delle temperature ad iniziare dagli anni ottanta, dopo la lieve flessione riscontrata negli anni settanta; i dati sopra riportati che riguardano anni molto recenti, non trovano infatti valori simili anche se si scorrono indietro i dati raccolti sin dal 1941. “Il cosiddetto “riscaldamento globale”, più volte denunciato dalla comunità scientifica internazionale, trova ulteriore avallo in queste manifestazioni climatiche caratterizzate da lunghi periodi di caldo, fenomeni atmosferici a volte violenti, irregolarità accentuate nell’andamento delle precipitazioni” conclude Fusari.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X