Il basket maceratese in crisi
L’Abm rinuncia alla serie C

Il titolo si trasferisce a P.S.Giorgio, Macerata ripartirà dalla serie D con una squadra di giovani. La mancanza di un main sponsor alla base di tutto. Il dirigente Contigiani: "C'è grande rammarico per come è andata a finire"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

abm

di Andrea Busiello

La crisi economica che si respira ovunque non fa sconti a nessuno e continua a mietere vittime. L’ultima in ordine di tempo è l’Abm, storica società maceratese di basket che nella stagione appena conclusa aveva disputato il torneo di serie C nazionale. La società negli ultimi due anni aveva fatto i miracoli, riuscendo ad approdare nel torneo di serie C nazionale e poi confermarsi nello stesso torneo per la stagione successiva al termine di un’ottima cavalcata. I tempi sono quelli che sono e l’Abm è stata costretta a trasferire il proprio titolo sportivo a Porto San Giorgio e come da regolamento partirà da due campionati sotto rispetto a quello disputato in quest’annata, ovvero si riparte dalla serie D. “Per due anni siamo stati senza primo e secondo sponsor – ci dice Enzo Contigiani, dirigente storico della società cestistica maceratese – Anche per quest’annata la situazione non è migliorata perchè non siamo riusciti a trovare finanziamenti che ci permettessero di affrontare un campionato dispendioso economicamente come lo era quello della serie C ed allora abbiamo deciso di trasferire il nostro titolo sportivo a Porto San Giorgio e ripartire dalla serie D”.

enzo-contigiani

Lo storico dirigente dell'Abm Enzo Contigiani

Contigiani parla degli obiettivi della società: “Sono quelli di pensare al settore giovanile, per far si che ragazzi maceratesi arrivino ad alti livelli. Certo – prosegue Contigiani – c’è grande rammarico per come sono andate a finire le cose ma noi dovevamo fare i conti con le risorse che avevamo a disposizione ed abbiamo deciso di puntare fortemente sul settore giovanile”.

L’Abm che partirà dalla serie D sarà una squadra giovane, come ci conferma lo stesso dirigente: “Prenderemo parte a questo campionato con l’under 19 che partecipa al torneo d’Elitè Regionale e sarà rinforzata da due innesti che c’erano lo scorso anno e che hanno deciso di rimanere con noi. Logicamente non abbiamo l’assillo di fare chissà quale risultato ma sono convinto che i nostri giovani (che tra serie D ed Elitè Regionale giocheranno più di 50 partite) ci regaleranno delle soddisfazioni”. Insomma, una doppia retrocessione amara per l’Abm soprattutto per come è maturata. Ma perchè nessun’azienda del comprensorio ha dato linfa alla grande mole di lavoro profusa dalla presidentessa Salvucci e soci?

abm_2-300x200



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X