L’Ancona gela il Corridonia
Sfumano i play off

ECCELLENZA - Rosi regala l'inutile successo a Montegranaro
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
ROSI

Il match winner del Corridonia Rosi

di Fabio Ciarlantini

Al Polisportivo “La Croce” va in scena l’ultimo atto della stagione calcistica di Montegranaro e Corridonia con l’epilogo più incredibile e impensato, che nemmeno il più fantasioso appassionato sportivo marchigiano avrebbe mai potuto immaginare. La vittoria per 0-1 della truppa di mister Ciarlantini con il gol di Rosi al 77’ vale il sesto posto, inutile il successo esterno del Real Montecchio, corsaro a Tolentino, in lizza per l’ultimo posto utile per i play-off. Per diciassette e interminabili minuti, compresi i quattro di recupero, il Corridonia è sesto, ma a stroncare le ambizioni rossoverdi è arrivata la raggelante notizia del pareggio a tempo ormai scaduto dell’Ancona, già promossa per la vittoria in Coppa Italia. La Fermana non vince, l’Ancona cannibale si aggiudica il campionato di Eccellenza e di conseguenza solo le prime cinque squadre parteciperanno ai play-off. Andando alla cronaca dell’incontro, inizia bene il Corridonia e per la prima nota bisogna attendere solamente centoventi secondi con Pandolfi che raccoglie una respinta centrale della difesa locale, la sua battuta di controbalzo sorvola ampiamente la traversa. Risponde al 13’ il Montegranaro con capitan Bosoni che sugli sviluppi di un calcio d’angolo riesce a girare verso la porta difesa di Franzese, non inquadrando lo specchio. L’infortunio occorso a Bugiolacchi costringe il tecnico Ciarlantini, orfano anche dell’altro centravanti Dell’Aquila, squalificato, a modificare l’assetto in campo dei propri uomini e proprio il neo entrato Raffaeli avrebbe una ghiotta opportunità, ma il suo rasoterra viene disinnescato efficacemente da Pagliarini. La mancanza di un riferimento fisso davanti favorisce il Montegranaro che al 20’ divora una clamorosa occasione con Garbuglia che manda alle stelle un invitante assist di Viti. Sul finale di parziale altra circostanza favorevole ai padroni di casa ma Castellano manca goffamente l’aggancio finale che lo avrebbe messo in condizione di trovarsi a tu per tu con Franzese. L’estremo ospite si rende protagonista alla ripresa delle ostilità quando riesce a salvare sulla conclusione ravvicinata di Garbuglia. La notizia del vantaggio del Real Montecchio scuote il Corridonia, in quel momento fuori dalla corsa promozione. Ciarlantini opta per l’ingresso di Marasca, altro giocatore offensivo per andare a caccia dei tre punti scacciapensieri, e la mossa si rivelerà vincente. Gli ospiti avanzano il proprio baricentro, spingendosi maggiormente in avanti, ma al 76’ il sig. Amadio ferma Sanda, lanciato a rete, per fuorigioco, su segnalazione del suo assistente Cecchini, scatenando la proteste gialloblù. Trascorso un giro di lancette, Rosi si libera in area e batte Pagliarini con una potente conclusione, che piega le mani al portiere avversario e porta in vantaggio il Corridonia. Il Montegranaro privo ormai di stimoli scompare dal campo, lasciando la scena all’undici di Ciarlantini, che con trepidazione si stringe con i suoi in mezzo al campo per ascoltare in tempo reale gli aggiornamenti provenienti dal “Recchioni”, dove la Fermana si sta imponendo per 2-1 sull’Ancona. Mancano pochi istanti per far iniziare la festa del Corridonia. Invece no. Arriva la notizia del pareggio dorico al 94’ con Adami, che ha il sapore amarissimo della beffa e fa scendere il gelo non solo in tutto lo stadio di Montegranaro. Quanto accaduto a Fermo va a coinvolgere diverse compagini marchigiane, in primis la Fermana, condannata ai play-off, il Corridonia, che aveva sognato di poter accedere alla fase finale del campionato, e, non ultime, tutte le altre squadre implicate nella lotta play-out. Finisce così anzitempo un anno comunque da incorniciare per i colori rossoverdi, dove è mancata solamente la famosa ciliegina.

il tabellino:

MONTEGRANARO: Pagliarini 6, Kazimbo 6,5, Viti 6, Polenta 6, Cento 6,5, Diamanti 5,5, Castellano 5,5 (63’ Pettinari 6), Bosoni 6,5, Sanda 6, Garbuglia 5,5 ( 87’ Alessandrelli s.v.), Guidi 5 (55’ Ferranti 5,5). A disp.: Prioletta, Pierluigi, Boinega, Fiorelli. All. Vecchiola (vice di Ciocci, squalificato).

CORRIDONIA: Franzese 6,5, Zuffati 6, Martinelli 6,5, Agus 6,5, Pandolfi 6 (65’ Marasca 6,5), Troli 6, Taglioni 6, Moroni 6,5, Bugiolacchi s.v. (12’ Raffaeli 5,5, 83’ Barucca s.v.), Nerpiti 6,5, Rosi 6,5. A disp.: Caruso, Parise, Rapacchiani, Luciani. All. Ciarlantini.

RETE: 77’ Rosi.

NOTE: 300 spettatori con nutrita rappresentanza ospite. Arbitro: Amadio di Ascoli Piceno, 6. Assistenti: Ciabattoni – Cecchini della sez. di Ascoli Piceno. Angoli: 3-6 per il Corridonia. Recupero: 1’+4’.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X