Casini lungo la costa
coccola il suo “pupo”

UNA GIORNATA COL CANDIDATO/1 - Il leader dell'Udc sostiene con forza Antonio Pettinari nella sua visita a Porto Potenza e Civitanova
- caricamento letture

casii-pettinari-marconi

di Laura Boccanera
Elegantissimo nel completo blu a righe bordeaux oggi è stata la giornata di Pierferdinando Casini, un tour lungo la costa (prima all’agriturismo Antico Uliveto di Porto Potenza, poi al Mym di Civitanova, a seguire a Porto Recanati e chiusura a Cingoli) per sostenere la candidatura “dell’amico Tonino Pettinari”. E in giro per le 4 tappe in provincia il numero uno dell’Udc ha fatto leva sul carisma e sulla simpatia, stringendo mani e chiacchierando con la gente, gustandosi il mare e il panorama. In perfetto orario all’Antico Uliveto è stato accolto da circa un centinaio di iscritti Udc e simpatizzanti, tra cui, oltre al candidato presidente Antonio Pettinari, c’erano tra gli altri l’assessore regionale Luca Marconi e il segretario regionale del Pd Palmiro Ucchielli.

casini-mym

Più informale e intimo l’incontro a Porto Potenza rispetto alla presentazione del Mym, che si è aperto come fra “amici”: <<Ciao bimbi – scherza subito Casini – il pupo l’ho visto bene (riferendosi a Pettinari) ero preoccupato perchè è uno che si agita, si innervosisce, si arrabbia, invece lo vedo tonico, ha il phisique du role del candidato e gli insulti e attacchi che riceve dagli avversari sono emblematici del fatto che abbiamo toccato un nervo scoperto. Per noi è la continuazione di un esperimento fatto con Spacca, una scelta non facile, ma che abbiamo seguito con pragmatismo. E il bilancio della giunta Spacca è positivo, lo dicono i sondaggi, mica solo io, tanto che siamo convinti che questo progetto in provincia si può estendere con facilità. Perchè non si vince la sera che si vince, ma con quello che si è fatto e che si fa. Qui c’è una coalizione moderata dove gli equivoci del governo Prodi non ci sono perchè non c’è quella parte della sinistra. Io forse conosco Tonino da meno tempo di voi, ma l’ho sostenuto con convinzione, ho cercato io la sua candidatura perchè è una persona per bene, ama la sua terra e sarà un ottimo amministratore>>.

casini-civitanova1-285x300

Poche parole invece quelle spese per gli avversari politici: <<il Pdl nelle Marche è in uno stato confusionale, non ha alcun programma e a differenza loro che fanno campagna elettorale contro Pettinari, su Capponi io non dico niente, lo rispetto, ma non ha un progetto>>. Dopo un pranzo veloce Casini, sigaro in bocca e caffè si è intrattenuto un po’ con gli iscritti, <<Pettinari è come l’Arcangelo Gabriele>> – scherza fra il sacro e il profano – veloce riposino e poi di nuovo in macchina alla volta di Civitanova. Ed è qui che il leader dell’Udc dà il meglio di sé: lasciato dall’auto un po’ prima dell’ingresso del Mym Casini fa a piedi un pezzo di lungomare, stringe mani, abbraccia bambini, saluta una signora anziana disabile. Ad aprire il dibattito è Antonio Carusone, segretario Udc di Civitanova che solleva la questione locale (a Civitanova l’Udc è in giunta con una maggioranza di centrodestra): <<Civitanova chiede la nostra riconferma per le prossime elezioni comunali e valuteremo anche nuove alleanze, siamo arrivati a 118 iscritti, il terzo comune per numero di iscritti della provincia di Macerata>>.

casini-porto-potenza

Più concreto e pragmatico l’intervento di Pettinari che pone al centro delle questioni aperte per la nuova provincia anzitutto la viabilità e l’ambiente. E a Civitanova Casini spiega il perchè dell’accordo con il Pd: <<abbiamo lasciato libere le autonomie locali di scegliere sulla base dei programmi, ma il laboratorio Marche è un’opportunità anche per la provincia di Macerata e non accettiamo lezioni di coerenza da chi cambia ogni settimana sottosegretari>>. Chiusa l’ufficialità dell’incontro Casini cammina fra la gente, scambia battute, sussurra con Giulio Silenzi (parlano già delle amministrative 2012?), si dirige al bancone del bar e prepara caffè, esce dal Mym e prende in braccio un barboncino <<mia figlia adora i cani – dice>>. E poi se ne va, la giornata elettorale alle 19 è ancora lunga, molto più lunga di quanto un giornalista riesca a reggere, alla fine ha ragione Casini, ci vuole il  phisique du role.

(foto di Roberto Vives, Genesio Medori e Laura Boccanera)

pettinari-casini-4-300x198

pettinari-casini-3-300x199

pettinari-casini-1-300x198

pettinari-casini

casini-porto-potenza1-300x192

casini-porto-potenza2-300x225

Casini-a-P.Recanati-1-300x300 Casini-a-P.Recanati-2-300x199 Casini-a-P.Recanati-3-300x199 Casini-a-P.Recanati-4-300x199 Casini-a-P.Recanati-5-300x199 Casini-a-P.Recanati-6-300x199 Casini-a-P.Recanati-7-300x199 Casini-a-P.Recanati-8-300x199 Casini-a-P.Recanati-9-300x199



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X