Consensi fra i cittadini:
tiene Spacca, bene Carancini

L'indagine de Il Sole 24 ore
- caricamento letture
romano_carancini

Romano Carancini

Il governatore Gian Mario Spacca, al secondo mandato, conserva la sua percentuale di consensi rispetto al 2009, il 53%, ed è ottavo nella classifica nazionale dei presidenti più apprezzati, guidata da Luca Zaia (Veneto), con Enrico Rossi (Toscana) al secondo posto, e il presidente della Calabria Giuseppe Scopelliti terzo.
Buone performance per i presidenti delle Province, tutti in crescita di consenso, mentre tre sindaci su cinque, quelli di Ancona, Pesaro e Fermo, perdono appeal sui loro elettori. Questo il risultato per le Marche del ‘Governance Poll 2010’, un sondaggio sul consenso degli amministratori regionali e locali, curato da Ipr Marketing per il Sole 24 ore, che lo pubblica oggi.
Le interviste sono state effettuate nel periodo 15 settembre-15 dicembre 2010, su un campione rappresentativo di 2.000 elettori per i governatori, 800 per i presidenti di Provincia, 600 per i sindaci.
Il consenso di Gian Mario Spacca, alla guida di una giunta di centrosinistra, non registra variazioni sul ‘Governance poll 2009’, con una differenza minima (-0,2%) rispetto al risultato delle elezioni.
Per le Province, nelle Marche è al primo posto la presidente della Provincia di Ancona Patrizia Casagrande (centrosinistra), con il 57,5% dei consensi, in crescita di 1,5 punti sul 2009 e di 1,9 sulla data delle elezioni, 27/a nella classifica nazionale, che si apre con il presidente della Provincia di Caserta Domenico Zinzi. Seguono Fabrizio Cesetti, presidente della Provincia di Fermo, con il 54,5% (+2,5% sul 2009, +2,3% rispetto al voto), e quello della Provincia di Pesaro Urbino Matteo Ricci, al 54% (guadagna 2 punti rispetto ad un anno fa, e 1,9 sulle elezioni). Cesetti e Ricci, espressione del centro sinistra come la Casagrande, sono 48/o e 51/o in graduatoria. Stabile il presidente della Provincia di Ascoli Piero Celani (centrodestra), con il 53% (+0,4% nel confronto elettorale), mentre la Provincia di Macerata, commissariata, non è contemplata.
Il ‘Governance poll’ comunale (Matteo Renzi, sindaco di Firenze, è testa di ponte) punisce il sindaco Pd di Ancona Fiorello Gramillano, che in regione figura primo (36/o in Italia), con il 54,5% dei consensi, ma perde 2,5 punti sul 2009 e 2,3 rispetto al giorno delle elezioni. In difficoltà anche il sindaco di Pesaro Luca Ceriscioli, pure lui del Pd, il quale scende al 52,5% rispetto ad un anno fa (-3%) anche se guadagna lo 0,2% nel confronto con la data delle elezioni, ed è 58/o in classifica. Stessa posizione del sindaco di Fermo Saturnino Di Ruscio, del centrodestra: scende al 52,2% dei consensi, -0,5% sul 2009, e brucia 3,6 punti rispetto alle elezioni. Romano Carancini, neo sindaco di centrosinistra a Macerata, è 69/o, con il 51,5% (+0,7 sul voto), a pari merito con il sindaco Pdl di Ascoli Guido Castelli, stabile rispetto a un anno fa e in lieve incremento di consensi (+0,3) nel confronto con il risultato elettorale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X