Maxi rissa ai Giardini Diaz
tra nordafricani e albanesi

Macerata - Lite tra 30 giovani per una ragazza. Sequestrato un coltello
- caricamento letture
coltello1-300x198

Il grosso coltello a serramanico sequestrato dalla polizia

Maxi rissa nel tardo pomeriggio di ieri ai Giardini Diaz. Intorno alle 18 è arrivata una segnalazione al 113: all’interno dei giardini di Macerata era scoppiata una violenta rissa  tra circa 30 giovani ragazzi di varie etnie, armati di bastoni di legno che avevano staccato dagli alberi.

La Sala Operativa della Questura di Macerata ha inviato subito sul posto la pattuglia della squadra Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura e ha chiesto aiuto anche al comando dei Carabinieri di Macerata che ha inviato sul posto una pattuglia del Radiomobile, in aggiunta alle auto della Squadra Mobile e della Digos della Questura.

All’arrivo immediato della “Volante” c’è stato un fuggi-fuggi generale e gli agenti di Polizia sono riusciti a fermare una decina di giovani di nazionalità albanese, macedone e nordafricani. Con l’ausilio delle altre pattuglie  sono riusciti ad identificarli  e dai primi accertameni è emerso che il tutto era scaturito perché un giovane minorenne africano aveva guardato una giovane ragazza che era in compagnia con un cittadino albanese. Questa era stata la scintilla per la quale entrambi i giovani avevano richiesto aiuto ai propri connazionali ed in un giro di un paio di minuti si erano trovati in una trentina per affrontarsi ai giardini Diaz. La pronta segnalazione al113 e l’immediato arrivo della Volante aveva stoppato la probabile rissa.

Durante l’identificazione dei soggetti controllati il personale della Squadra Volante ha rinvenuto a a terra, nelle immediate vicinanze del controllo di Polizia, un grosso coltello a serramanico della lunghezza totale di circa 30 cm che è stato sequestrato.

Durante la serata venivano ascoltate diverse persone per far chiarezza sulla dinamica dei fatti e tra questi anche ignari cittadini che si trovavano con i propri figli ai giardini Diaz.

Tra i controllati vi erano anche due minorenni cittadini nord africani che hanno rifiutato le cure del caso per delle escoriazioni subite durante lo scontro con gli albanesi, tutti maggiorenni.

Il giovane africano che aveva subito lesioni  si è rifiutato di sporgere denuncia nei confronti dell’albanese e ha confermato che il tutto era iniziato poiché lui aveva guardato insistentemente la giovane ragazza che si trovava con l’albanese.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X