Franco Capponi:
“Pensiamo ai fatti
e non solo alle parole”

L'intervento
- caricamento letture

capponi

Da Franco Capponi, presidente della Provincia:

“Ho notato che il dibattito politico in questi giorni di vigilia dell’entrata in carica della nuova Amministrazione comunale di Macerata, più che sui problemi della città e sulle iniziative che il nuovo Sindaco assumerà per cercare di risolverli, si sofferma su disquisizioni linguistiche, accostamenti verbali, aggettivi usati nei miei interventi in campagna elettorale, analisi fantasiose del voto. In sostanza solo sul “chiacchiericcio”. Cioè proprio su ciò che piace tanto al “circolo ricreativo” della politica e che ha tenuto lontani tanti elettori dai seggi elettorali. I cittadini pretendono giustamente che coloro che amministrano la cosa pubblica parlino dei problemi che la gente vive ogni giorno. E mi auguro proprio che il sindaco Carancini si concentri su questi temi e non si occupi delle sterili polemiche intorno al “sesso degli angeli”. In caso contrario Macerata continuerà a rimanere ferma e chiusa su se stessa e per la città sarebbe la fine.

Da parte mia, che come presidente della Provincia vedo la città di Macerata come punto di necessaria propulsione allo sviluppo territoriale, ho cercato di dare un contributo portando all’attenzione del candidato sindaco fatti e problemi concreti. Ho richiamato l’attenzione sulle infrastrutture viarie ed in particolare sui collegamenti della città alla 77 Valdichienti e alla Valpotenza; sulla riorganizzazione funzionale del Centro storico che deve tornare ad essere il cuore pulsante non solo della città ma di tutta la provincia; sui tanti problemi che affliggono la sanità maceratese (Pronto soccorso, polo oncologico, emodinamica, urologia), per non parlare delle scandalose liste di attesa per le prestazioni specialistiche di prevenzione e non solo. Ho ricordato la necessità di far diventare lo Sferisterio propulsore di una nuova economia culturale, creando sinergie e interazione tra la città di Macerata, la Diocesi e la Fondazione Carima. Ho richiamato l’attenzione  sui rifiuti per quanto riguarda la raccolta differenziata che in questi ultimi anni ha visto Macerata ferma al 35% contro percentuali medie di molti altri Comuni superiori al 60%. Macerata per il suo ruolo economico, culturale e nei servizi ha anche delle “responsabilità” verso un comprensorio territoriale che va oltre i suoi confini amministrativi. Il Centro Fiere di Villa Potenza è una struttura comunale, ma la sua funzione va oltre e può diventare un polo fieristico e ricreativo sportivo di valenza sicuramente provinciale, e forse anche regionale. Ecco, ritengo che questi siano i temi su cui aprire un concreto confronto tra le Amministrazioni pubbliche, ma anche tra i cittadini.

Franco Capponi



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X