Zecchino d’Oro, il brano di Romitelli in finale
«Omaggio alle mamme supereroine
ma anche un regalo alle mie figlie»

MUSICA - Il cantautore di Morrovalle ha scritto il brano che è stato selezionato tra i 14 in finale dall'1 al 3 dicembre al teatro Antoniano di Bologna. Sarà cantato da Greta, 9 anni, di Genova

- caricamento letture
piero-romitelli-e-figlie-1-650x488

Piero Romitelli, la compagna e le figlie

di Laura Boccanera

Altro che Pitagora, ha sempre una soluzione. Che sia aver forato con la bici o dimenticato la merenda…”Ci pensa mamma”. E’ un omaggio al multitasking delle mamme la canzone che l’autore morrovallese Piero Romitelli ha composto per la 66esima edizione dello Zecchino d’oro. 

Una canzone selezionata fra quelle di oltre 580 autori da tutta Italia e che figura fra le 14 che si esibiranno dall’1 al 3 dicembre al teatro Antoniano di Bologna. Dopo aver scritto per Marco Mengoni e Eros Ramazzotti mancava nel repertorio del paroliere morrovallese un testo dedicato ai più piccoli. Ed eccolo qua. Oltretutto la canzone ha già superato una selezione ben più ardua di quella degli organizzatori dello Zecchino d’oro: è stata approvata, cantata e ballata dalle severissime giudici Alma e Lena, le bambine di Piero che hanno quasi 4 anni e che hanno dato l’ok.

«Ci pensa mamma è un omaggio a tutte le mamme – racconta – le super eroine di quando siamo piccoli e che restano tali anche quando cresciamo. E’ una dedica agli esempi che mi sono più vicini, la mia mamma e la mia compagna, ma ho descritto caratteristiche che accomunano tutte le mamme».

ci_pensa_mamma

Il brano è contenuto nell’album dello Zecchino d’Oro

Il testo è divertente e con una ricchezza lessicale e di immagini capace di accendere l’immaginazione dei più piccoli. Perché la mamma “odia la fisica, ma è magnetica, anche se lunatica, è il mio pianeta migliore” ed è seconda solo alla nonna come chef. «Scrivere per l’infanzia è molto più difficile che per autori adulti – sottolinea Romitelli –  Perché intanto la scrittura è responsabilità. Le canzoni non hanno la pretesa di insegnare nulla, ma le parole hanno un peso e vanno calibrate, la musica influenza moltissimo le nuove generazioni».
E la censura più dura comunque è superata, Alma e Lena hanno approvato?
«Sì sì, già la cantano e ballano a memoria, hanno una memoria pazzesca e hanno dato un giudizio positivo. Certo l’avevano sentita cantata da me, ora che l’hanno ascoltata dalla piccola interprete che la canterà è anche meglio».
Il brano infatti sarà cantato da Greta, 9 anni da Genova. «Per me è la prima volta come autore dello Zecchino d’oro ed è un’emozione essere presente perché era un regalo che volevo fare alle mie figlie che mi sollecitavano una canzone per bambini, ma anche un regalo che ho fatto a me stesso. Per loro il lavoro che faccio è un lavoro, sì divertente, ma sono abituate a vedermi trafficare con la musica, sono incuriosite, cantano dalla mattina alla sera». E ora faranno anche il tifo per papà, perché a tutto il resto…”Ci pensa mamma”. Il brano può già essere ascoltato su Spotify e Apple Music.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X