Giorno della memoria
con la lettura di Simon Wiesenthal,
il celebre “cacciatore di nazisti”

RECANATI - Riflessione sull'opera “Il Girasole”, che «pone una inedita e difficile domanda sulla possibilità del perdono della vittima al suo carnefice pentito»
- caricamento letture

 

wisiethal2-650x261

Il Comune di Recanati, in collaborazione con l’Istituto Storico di Macerata e dell’Anpi cittadino, promuove il Giorno della memoria 2023. Per l’ottavo anno, la memoria della Shoà sarà rivisitata attraverso la lettura condivisa di un’opera letteraria di uno dei suoi maggiori testimoni, coinvolgendo nella riflessione le scuole e la cittadinanza. Dopo Primo Levi, Anna Frank, Giacomo Debenedetti, Liliana Segre, Simone Veil, Nedo Fiano, quest’anno la testimonianza sarà quella di Simon Wiesenthal, il celebre “cacciatore di nazisti”, attraverso la sua opera “Il Girasole”, che «pone una inedita e difficile domanda sulla possibilità del perdono della vittima al suo carnefice pentito», scrive il Comune di Recanati.

Come ogni anno, le scuole cittadine hanno partecipato alla fase di programmazione della giornata ed effettueranno autonomamente letture e riflessioni sull’argomento del testo, che confluiranno nell’incontro pubblico pomeridiano del 27 gennaio, quando saranno condivise ulteriori letture e riflessioni scaturite dal dibattito in classe. Il programma si completerà con un intervento di Sergio Labate, filosofo dell’Università di Macerata, al Liceo Leopardi, il 31 gennaio, dove gli studenti potranno attivare un confronto su “Perdono e memoria”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X