Contributi Covid per 42mila euro,
ma il calo di fatturato era fasullo:
nei guai un imprenditore

MONTECASSIANO - Controlli della Guardia di finanza in un'azienda di abbigliamento, denunciato per indebita percezione di erogazioni pubbliche un 48enne
- caricamento letture
guardia-finanza

I controlli della Guardia di finanza

 

Chiede e ottiene 42mila di contributi Covid, ma non ne aveva diritto: nei guai un imprenditore. L’uomo, 48 anni di Montecassiano, è stato denunciato per indebita percezione di erogazioni pubbliche. L’operazione è stata messa a segno dalla Guardia di finanza di Macerata. Le Fiamme gialle hanno avviato una verifica fiscale nei confronti di un’impresa che si occupa di confezione in serie di abbigliamento.

L’azienda aveva beneficiato di contributi a fondo perduto previsti dal Decreto sostegni per far fronte all’emergenza causata dalla pandemia. Un totale di oltre 42mila euro. Secondo quanto accertato dai militari attraverso l’analisi di dati incrociati, l’azienda per ottenere i fondi nella domanda aveva indicato un calo di fatturato del tutto fittizio, perché in realtà, benché risultasse ancora formalmente attiva aveva di fatto smobilitato la produzione ben prima dell’entrata in vigore del decreto. E quindi di fatto non aveva i requisiti per accedere ai contributi. Per questo il legale rappresentate della ditta è stato denunciato. E’ scattata anche la segnalazione all’Agenzia delle Entrate. In questi casi è prevista anche una sanzione amministrativa che può arrivare fino al 200% della somma indebitamente percepita.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X