Sanità, via libera alle cinque Ast
«Una riforma epocale»

LA GIUNTA regionale ha approvato le delibere con le quali sono state costituite le nuove Aziende sanitarie territoriali delle Marche che prenderanno il posto delle Aree vaste. L'assessore Saltamartini: «Riportare e rapportare i servizi al territorio»
- caricamento letture
FilippoSaltamartini-1-1-1-325x202

L’assessore regionale alla Sanità Filippo Saltamartini

 

Via libera della Giunta regionale alla costituzione delle cinque Aziende sanitarie territoriali delle Marche: Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata e Pesaro-Urbino. Questa mattina l’ufficializzazione dopo l’approvazione delle rispettive delibere.

Soddisfatto l’assessore alla Sanità, Filippo Saltamartini: «Era nostro obiettivo restituire alla cittadinanza una sanità di prossimità per ridurre liste di attesa e inefficienze. Questa riforma – spiega Saltamartini – ha un carattere epocale. Le Marche erano la sola regione in Italia ad avere un’unica Azienda Sanitaria. La pandemia ha evidenziato come una sanità centralizzata possa andare a detrimento della popolazione, in particolare quella residente nelle aree interne, soprattutto nell’erogazione dei servizi, quali il sovraffollamento dei pronto soccorso e le lunghe liste di attesa. Riportare e rapportare i servizi al territorio – continua Saltamartini – In questa direzione vanno anche gli ospedali territoriali che, come nel caso di Pesaro e Urbino, sostituiscono gli ospedali unici».

Le Aziende avranno autonoma personalità giuridica e autonomia imprenditoriale, organizzativa, amministrativa, patrimoniale, contabile, gestionale e tecnica. Le cinque delibere individuano i presidi ospedalieri con le strutture sanitarie e socio-sanitarie, l’assetto territoriale delle Ast e la distribuzione dei Comuni che ne fanno parte.

Accanto a questi provvedimenti, con una ulteriore delibera sono state nominate fino al 31 dicembre, Nadia Storti quale commissario straordinario dell’Azienda sanitaria unica regionale (Asur) e la dottoressa Maria Capalbo quale commissario straordinario dell’Azienda ospedaliera Ospedali Riuniti Marche Nord.

Nadia Storti, come previsto dalla legge di riforma, dovrà nominare anche i sub commissari chiamati ad accompagnare le Aree Vaste verso le Aziende Provinciali, i quali sono già individuati negli attuali cinque direttori di Area Vasta: Romeo Magnoni per l’Av1, la stessa Nadia Storti per l’Av2 ad interim, Daniela Corsi per l’Av3, Roberto Grinta per l’Av4 e Massimo Esposito per l’Av5.

 

«Le Ats verso la nascita, col neo: come saranno organizzati gli ospedali?»

«Lunedì i provvedimenti per le 5 Ast, la sanità sarà vicina al territorio»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X