Malore improvviso, muore culturista:
dolore per Roberto Fedeli

CAMERINO - Stroncato da una crisi cardiaca nella notte. Era il titolare di una palestra a Selvalagli Gagliole. La sua una vita trascorsa tra pesi e concorsi. Il funerale domani alla basilica di San Venanzio
- caricamento letture
roberto-fedeli

Roberto Fedeli

 

di Monia Orazi

Una vita sempre in sala pesi fin da giovanissimo nella sua Camerino, quella di Roberto Fedeli, culturista ed istruttore di fitness di 58 anni stroncato questa notte alle 2,30 da una forte crisi cardiaca, che non gli ha lasciato scampo. I familiari hanno dato l’allarme, ma una volta giunti i soccorsi, i sanitari purtroppo non sono riusciti a salvargli la vita.

La notizia si è già sparsa all’alba sui social, dove un messaggio ha avvisato che la palestra che l’uomo gestiva insieme alla compagna, a Selvalagli di Gagliole, sarebbe rimasta chiusa. Da allora è stato un rimbalzare di ricordi, fotografie e frammenti di episodi vissuti, che raccontano la vita di un grande appassionato di culturismo, che teneva moltissimo alla vita sana ed alla sua forma fisica. Aveva iniziato da ragazzino a Camerino ad appassionarsi al mondo del body building, poi ne aveva fatto un vero e proprio lavoro, frequentando corsi ed accumulando esperienza preziosa che metteva a disposizione di tutti i suoi clienti e dei tanti amici. Aveva gestito una palestra a San Severino, ora da diversi anni aveva insieme alla compagna, Monica, quella di Selvalagli di Gagliole. Non si era arreso a questi due anni difficili, mettendocela tutta per andare avanti con l’attività durante i periodi di lockdown per la pandemia, in cui la palestra è rimasta chiusa. Tanti i concorsi a cui aveva preso parte, competizioni nazionali ed internazionali di body building, facendo il pieno di medaglie e riconoscimenti. Un gigante buono e gentile, che tra pesi e duri allenamenti, per conservare un corpo scolpito e in forma, era sempre gentile e cordiale, sorridente e pronto a dare consigli utili a chi voleva tornare in forma.

Oltre alla compagna, lascia la madre Silvana, il padre Fulvio, il figlio Simone, le sorelle Giuseppina, Donatella e Amalia.

Il corpo si trova all’obitorio dell’ospedale di Camerino, i funerali si terranno domani pomeriggio alle 15,30 nella basilica di San Venanzio. Roberto Fedeli era conosciutissimo nel circuito del fitness marchigiano. L’associazione Bodybuilding e Fitness Marche, così lo ha salutato: «Vogliamo ricordare Roberto con la sua passione, la sua gentilezza, un grande del nostro culturismo. Sentite condoglianze». Anche l’artista Antonio Lo Cascio, lo ha voluto salutare con queste parole: «Voglio ricordarti così, sorridente come sempre, che ti sei prestato a farti prendere un po’ in giro in uno dei miei video. Sei stato un grande atleta, sei stato un bravo amico, ma soprattutto tutti ti ricorderanno perché eri una bravissima persona, riposa in pace Roby». Così lo ricorda l’amica Eleonora: «con la passione e la grinta che ti ha sempre caratterizzato. Mancheranno il tuo sorriso e i tuoi modi gentili».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X