Perugia brinda a Civitanova:
Lube battuta 3 a 1,
Lucarelli ko nel secondo set

VOLLEY - La capolista, priva di tre giocatori positivi al Covid, espugna l'Eurosuole Forum. I padroni di casa oltre a Juantorena perdono anche il brasiliano per infortunio
- caricamento letture

 

Tentativo-di-muro-Lube-su-Leon

Un attacco di Leon

di Mauro Giustozzi

Perugia si conferma capolista e campione d’inverno della Superlega nella sfida in “maschera” per i tanti assenti all’Eurosuole Forum. Oltre ai tre giocatori risultati positivi al covid nelle fila ospiti, la Lube ha dovuto rinunciare in partenza a Juantorena, neppure in panchina, e durante il secondo set ha perso Lucarelli per un serio infortunio al bicipite che lo ha messo ko.

Servizio-Lucarelli

Lucarelli a servizio, si è infortunato nel secondo set

Aggiunto a questo la prima da titolare di Zaytsev che non poteva essere al 100% ed ecco che alla fine ad avere la meglio è stata la squadra di Grbic. Nonostante un terzo set giocato con carattere ed orgoglio dai cucinieri che ha portato ad allungare il match. Lube che si arrende con l’onore delle armi: non sono bastate le buone prestazioni dell’indomito Simon ((58% in attacco) e del positivo Yant (top scorer Lube col 64% di positività) ed anche a tratti il buon rientro di Zaytsev a frenare la prestazione esaltante di Leon (mvp) e miglior marcatore della sfida ben coadiuvato dal centrale Solè protagonista in attacco col 75% e soprattutto autore di ben 4 muri la metà di quelli realizzati dagli umbri, oltre alla solita regia di Sinmone Giannelli, che si sono palesati superiori in questo fondamentale ed anche al servizio rispetto ad una Civitanova venuta meno in questo.

Attacco-Yant-1-325x217

Attacco di Yant

Si gioca finalmente in un palas colmo di tifosi con una buona rappresentanza arrivata dalla vicina Umbria. Nella Lube torna in campo da titolare Ivan Zaytsev mentre non è neppure a referto il capitano Juantorena. Perugia con gli uomini contati per le assenze causa positività di Anderson, Rychlicki e Mengozzi. Partenza sprint per i ragazzi di Grbic che affondano subito un 1-5 che mette in difficoltà Civitanova. Marchigiani che risalgano grazie all’efficacia del servizio dello ‘Zar’ che riporta a meno due i suoi prima che, però, gli umbri tornino ad allungare grazie anche all’errore di Lucarelli (6-11). Sir Safety che si appoggia a Ter Horst per attaccare e restare avanti nell’inerzia della sfida con un vantaggio rassicurante sugli avversari. Più fluido ed efficace il gioco d’attacco della Sir Safety mentre gli adriatici faticano a trovare il ritmo e le giocate necessarie per creare problemi ad un avversario che s’invola sul 12-18 con una ‘pipe’ terrificante di Leon. Blengini chiama il time out per provare ad invertire il trend del parziale ma Perugia continua ad avere un’efficacia elevata anche al servizio con l’ace di Russo (14-22) che spalanca il baratro della sconfitta nel set alla Lube.

Zaytsev-e-BalasoAvvio del secondo parziale più equilibrato, punto a punto, con l’attacco di Simon del 6-5 che regala il primo vantaggio della partita ai civitanovesi. Sfida che si mantiene sui binari dell’equilibrio, con Civitanova che però non trova risposte dal suo servizio piuttosto appannato. Un attacco out di Yant regala il doppio vantaggio agli umbri che provano a scappare: sul 14-16 costretto ad uscire Lucarelli per un serio problema nella parte alta del braccio destro al bicipite, al suo posto dentro Kovar. Per una Lube già in svantaggio un duro colpo da assorbire. Continuano i problemi in ricezione nella squadra di Blengini e Perugia ne approfitta continuando a forzare dai nove metri. Cosa che invece non riesce ad una Lube che fatica a reggere il ritmo degli avversari che se ne vanno a vincere in scioltezza anche il secondo parziale.

Anzani-a-muroSir Safety che spinge anche ad inizio del terzo al cospetto di un avversario che appare in grandissime difficoltà dopo aver dovuto rinunciare anche a Lucarelli, dopo Juantorena e con uno Zaytsev alla prima uscita da titolare. Proprio lo ‘Zar’ prova a dare la scossa ai suoi firmando il punto del 5-5. C’è orgoglio nelle file adriatiche nel non voler mollare così la partita: dentro anche Diamantini per Anzani. Cala la battuta degli umbri e così Civitanova prova a fare la partita grazie soprattutto ad un Simon che a muro si fa sentire ed uno Yant perfetto (7 e 100%) piazzano il break del 18-15. Ospiti che non mollano e risalgono la corrente trovando la parità con Plotnytskyi a quota 20 per una finale in volata: Lube che annulla quattro palle set agli avversari, ne fallisce una ed alla seconda occasione un pasticcio dei perugini riporta Civitanova dentro la partita. Resta in campo Diamantini nel quarto dopo il buon apporto dato nel set precedente. Un doppio Solè scava il break del 10-8 con Civitanova che stavolta reagisce ma non trova la forza di rimontare e portare gli umbri al tie-break.

Attacco-ZaytsevCIVITANOVA – PERUGIA 1-3 (15-25, 20-25, 30-28, 21-25)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Anzani 1, De Cecco 1, Lucarelli 4, Simon 11, Zaytsev 14, Yant 15; Balaso (L), Kovar 4, Garcia, Marchisio, Diamantini 5, Jeroncic (L), Sottile. NE.: Penna. All. Blengini.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Plotnytskyi 14, Russo 7, Ter Horst 5, Solè 16, Leon 27, Giannelli 4; Colaci. NE.: Ricci, Dardzans, Travica, Piccinelli. All. Grbic.

ARBITRI: Goitre e Zavater.

NOTE: spettatori 2.387, incasso di 44.980,41 euro. Durata set: 25’, 26’, 40’, 32’ totale 123’. Civitanova: battute sbagliate 21, vincenti 1, muri 3, errori 30. Perugia: bs. 24, v. 6, m. 8, e. 31.

(foto Spalvieri)

Attacco-Anzani

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =