La giunta rassicura i commercianti:
«Non toglieremo i parcheggi in piazza
Mercatini d’estate lungo le mura»

MACERATA - Confronto alla biblioteca Mozzi Borgetti per fare il punto sulle iniziative messe in campo e ascoltare le proposte degli operatori del settore. Presenti gli assessori D'Alessandro, Renna, Cassetta e Laviano: «Clima cordiale e propositivo, ho ascoltato voci di consenso rispetto a quanto finora fatto. Ci sarà la possibilità di tenere i negozi aperti la sera»
- caricamento letture
riunione-commercianti

Al tavolo dell’amministrazione: Paolo Renna, Katiuscia Cassetta, Laura Laviano e Francesca D’Alessandro

 

di Luca Patrassi

Una cinquantina i commercianti che si sono presentati ieri sera nell’auditorium della biblioteca comunale Mozzi Borgetti per partecipare all’incontro con l’amministrazione comunale per fare il punto delle iniziative poste in essere e sentire anche le proposte degli operatori del settore. Assente, perché impossibilitato a partecipare il sindaco Sandro Parcaroli, per l’amministrazione comunale c’erano la vicesindaca Francesca D’Alessandro e gli assessori comunali Paolo Renna, Katiuscia Cassetta e Laura Laviano. Un confronto positivo quello che è scaturito dalla serie di interventi. In discussione i temi storici del commercio maceratese: dalla viabilità in centro al sostegno agli operatori in difficoltà passando per gli eventi da programmare nel corso dell’anno. Molto soddisfatti gli amministratori comunali, in particolare l’assessora alle Attività produttive Laura Laviano: «Ho riscontrato – dice l’amministratrice con delega alle Attività Produttive – un clima cordiale e propositivo, ho ascoltato voci di consenso rispetto a quanto finora messo in campo dall’amministrazione e richieste che hanno toccato vari settori. I punti toccati sono stati molti, da richieste attinenti problemi dei singoli operatori ad altre di interesse generale. Si è discusso delle esigenze di piazza Mazzini, della possibilità di spostare il semaforo a chiamata di viale Don Bosco, della necessità di togliere le contestatissime sedute bianche di via Matteotti, della possibilità – ora che la città è interessata dalla sistemazione di molti edifici interessati dal sisma – di far mettere ai negozianti cartelli pubblicitari per non finire visivamente soffocati dalla presenza dei ponteggi e delle reti».

riunione-commercianti1-325x244Ed ecco le argomentazioni nel racconto della Laviano: «Ci hanno chiesto della sosta in centro storico. Non è nostra intenzione togliere i parcheggi dalla piazza centrale, non lo faremo fino a quanto non saranno operative le soluzioni alternative. Alcuni commercianti ci hanno anche segnalato la disparità di situazione tra chi ha in affitto locali del Comune e chi dai privati visto che il Comune ha tagliato il canone del 20% appunto per aiutare i commercianti in un momento difficile. Lo abbiamo fatto per dare un segnale di vicinanza e di sostegno ai commercianti e alle loro famiglie nella speranza che anche i privati si muovessero in tal senso, non è che possiamo obbligare i privati a ridurre i canoni dei loro locali». Gli appuntamenti estivi: «Pensiamo di muoverci – dice l’assessore Laviano – sulla linea di quello che fanno i Comuni costieri durante l’estate con i mercatini. Li faremo il lunedì dopo cena lungo le mura che sovrastano i Giardini Diaz, mercatini con i prodotti dell’artigianato e tanto altro: ci sarà anche la possibilità di tenere aperti i negozi anche di sera, appunto per caratterizzare e sottolineare che si tratta della volontà di rendere la città ancora più accogliente. Detto per inciso abbiamo chiesto ai ristoratori di impegnarsi, a turno, per restare aperti la domenica senza dare l’impressione ai turisti di essere abbandonati. Sta riscuotendo grande successo il format “In attesa della Notte dell’Opera” che porteremo anche nei quartieri, tantissime le adesioni e vogliamo aumentare il numero delle serate. Quanto all’inverno faremo iniziative a tema tutte le domeniche lasciando Il Barattolo che è una presenza consolidata. Protagonisti saranno l’artigianato, i fiori, l’enogastronomia ed attiveremo collaborazioni con Slow Food e con i Comuni dell’entroterra per promuovere territori e prodotti tipici». La questione della sicurezza dei pedoni in centro nelle serate a maggiore richiamo: «Nelle giornate in cui ci saranno eventi in centro, vieteremo il transito alle auto e lo faremo piazzando una transenna all’altezza del varco di via don Minzoni con una persona che controllerà e spiegherà la situazione a chi lo dovesse chiedere. Per le altre situazioni stiamo valutando le decisioni da adottare sempre per garantire la massima sicurezza». Infine il parco di Fontescodella: «Rinnoveremo la convenzione con il Centro di educazione ambientale, non si riaprirà il bar ma si darà la possibilità di utilizzare gli spazi per la consegna di cibo a domicilio, con le procedure che si renderanno necessarie per coinvolgere gli operatori del settore».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X