«I parcheggi rosa votati in Consiglio?
Proposta piaciona ma fumosa e poco utile»

MACERATA - I consiglieri d'opposizione Alberto Cicarè (Strada comune-Potere al Popolo), Elisabetta Garbati (Macerata rinnova) e Andrea Perticarari (Pd) bocciano l'idea presentata da FdI e approvata dalla maggioranza sui posti da destinare a donne incinta e neo mamme: «Abbiamo chiesto di modificarla con l’attribuzione di un tagliando, ma l'amministrazione ha preferito irrigidirsi sull’idea iniziale, piantare la sua bandierina su questo argomento piuttosto che trovare soluzioni condivise, ragionate e utili»
- caricamento letture
garbati-cicare

Elisabetta Garbati e Alberto Cicarè

 

«Come non essere d’accordo con una proposta che va incontro alle esigenze delle future e delle nuove mamme? A prima vista l’invito rivolto da Fratelli d’Italia all’Amministrazione di riconoscere alle donne una facilitazione nella vita quotidiana, non può che essere condiviso. Però quando cerchi di approfondire un po’ il contenuto della proposta che è stata portata in Consiglio comunale, ti rendi conto che i parcheggi rosa sfumano nel grigio dell’indeterminatezza, che le belle parole sul sostegno alla maternità poi rischiano di rimanere tali perché non accompagnate da interventi concreti». Sono le parole dei consiglieri d’opposizione Alberto Cicarè (Strada comune-Potere al Popolo), Elisabetta Garbati (Macerata rinnova) e Andrea Perticarari (Pd), che bocciano la proposta avanzata ieri in Consiglio da FdI sui parcheggi per le donne incinta e le neo-mamme. Una bocciatura sulla sostanza del provvedimento. «Cosa prevede la proposta avanzata da Fratelli d’Italia e accolta con entusiasmo dall’Amministrazione? – aggiungo i due consiglieri – Individuare spazi di sosta in alcuni punti nevralgici della città da destinare alle donne in attesa e alle neomamme: parcheggi rosa da indicare con strisce a terra o con segnaletica verticale. Ma il Codice della strada non prevede la possibilità di riservare parcheggi alle donne in gravidanza, per cui questi parcheggi rosa potrebbero essere occupati tranquillamente da chiunque, innescando possibili conflitti tra le buone maniere e l’esigenza di trovare in fretta un parcheggio. E poi si tratterebbe comunque di posti a pagamento. In sostanza, così come formulata, la proposta che abbiamo votato in Consiglio Comunale è molto fumosa, difficilmente applicabile, piaciona ma poco utile. Ci siamo trovati d’accordo nel chiedere di modificarla alla stregua di quanto fatto in altre città – sottolineano – con l’attribuzione di un tagliando che consente la sosta gratuita alle donne in gravidanza e alle mamme fino al primo anno d’età dei figli. In questo caso si avrebbe una misura chiara, un beneficio concreto, temporaneo ma effettivamente utile. E qui abbiamo misurato ancora una volta la chiusura dell’Amministrazione e di questa maggioranza, che invece di cogliere la proposta migliorativa ha preferito irrigidirsi sull’idea iniziale, piantare la sua bandierina su questo argomento piuttosto che trovare soluzioni condivise, ragionate e utili. Ormai cominciamo ad abituarci a questo atteggiamento, ma quando in Consiglio Comunale il confronto di idee è schiacciato dalla guerra di posizione oggettivamente non si fa il bene della città».

 

Parcaroli accelera sulla discarica: «Rifiuti a Cingoli per tutto il 2022, ma bisogna fare presto per il nuovo sito»

Il rogo dei documenti “infiamma” l’aula: «In nove anni nessuno se n’è occupato e ora sparate sulla Croce rossa»

«Documenti ancora introvabili dopo l’incendio del 2012: una vergogna per la città»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X