Cancella tutte le mail
e manda in tilt la sua ex ditta:
nei guai un 60enne

IN AULA - Imputato un 60enne che vive a Corridonia. Secondo l'accusa sarebbe entrato nella casella postale dell'azienda di autolinee dove lavorava
- caricamento letture

mail-reati-informatici

 

Le mail della casella postale di una azienda di autotrasporti cancellata: sotto accusa un ex dipendente che era appena stato licenziato. Il processo, per violazione, sottrazione e soppressione di corrispondenza, è in corso al tribunale di Macerata. I fatti risalgono al 20 gennaio del 2015, giorno in cui il dipendente, un 60enne che vive a Corridonia, è accusato di essere entrato nella mail della ditta di autolinee di Fermo per cui lavorava, grazie ad una password che gli era stata fornita quando era stato assunto. Secondo l’accusa, sostenuta dal pm Raffale Zuccarini, l’uomo una volta entrato nella mail avrebbe cancellato e rimosso tutta la corrispondenza presente nella casella postale. C’erano prenotazioni, preventivi, variazioni di tragitto. In seguito alla cancellazione della mail la ditta si è trovata a non poter evadere le richieste dei clienti. L’imputato è difeso dall’avvocato Renato Coltorti. Al processo l’azienda, la Stefano Mignani autolinee, si è costituita parte civile. Prossima udienza il 6 luglio.

(Gian. Gin.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X