«I sindaci convochino l’assemblea
e annullino la delibera sulle discariche»

LETTERA del comitato di Montefano e Recanati ai 56 primi cittadini dell'Ambito territoriale: «E' possibile fermare l'iter in attesa dell'aggiornamento del Piano regionale»
- caricamento letture
cartina-provincia-macerata-aree-discarica-e1591707219758-325x273

In giallo le zone idonee ad ospitare discariche in provincia di Macerata secondo il Piano attuale

 

Una lettera ai 56 sindaci dell’Ambito territoriale di Macerata e ai consiglieri comunali per fermare il piano discariche in attesa dell’aggiornamento voluto dalla Regione. A inviarla è stato ieri sera il comitato No Discarica Montefano-Recanati, che chiede così ai sindaci di essere protagonisti della questione che da mesi fa discutere il territorio, convocando l’assemblea e sospendendo ogni nuova ipotesi di discarica annullando la delibera 10 dell’Ata 3. «Il contesto normativo in profondo mutamento unito all’incessante lavoro svolto dal comitato e da altri nati sulla scia di quest’ultimo, da alcune amministrazioni comunali e da privati cittadini, rende oggi possibile fermare l’iter avviatosi con la sciagurata delibera n. 10 dell’Ata3-Macerata – dice il comitato -. Spetta ora ai sindaci richiedere la convocazione di un assemblea dell’Ata, far inserire all’odg la richiesta di annullamento della delibera e votarla a maggioranza».

Il comitato ricorda che «il 22 febbraio la Giunta regionale con deliberazione n. 160 ha stabilito gli obiettivi della pianificazione e le modalità operative per l’aggiornamento e l’adeguamento del Piano regionale di gestione dei rifiuti (Prgr) recependo le ferree direttive Ue in materia di discariche di rifiuti già recepite dall’Italia nel Dlgs n. 121 del 3.09.2020. In particolare ciò prevederà una revisione della programmazione dei rifiuti urbani e l’adeguamento dei criteri per l’individuazione delle aree idonee e non idonee alla localizzazione degli impianti di smaltimento e di recupero dei rifiuti». Da qui la richiesta di annullare la delibera precedente.

Nuovo piano regionale rifiuti «La sfida: entro il 2035 solo il 10% in discarica»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X