“Specialista” della Polizia postale,
l’ispettore Daniele va in pensione
«La mia priorità ascoltare vittime»

MACERATA - In quiescenza dopo 31 anni di servizio di cui 14 a Macerata: «Il mio augurio va ai colleghi del mio ufficio per le sfide sempre nuove che si troveranno ad affrontare»
- caricamento letture
raffaele_daniele

L’ispettore Raffaele Daniele

 

Dopo 36 anni di servizio nella Polizia di Stato, di cui 31 nella specialità della Polizia Postale -prima a Bologna poi a Foggia- e negli ultimi 14 anni come responsabile della Sezione Polizia Postale di Macerata, l’ispettore Raffaele Daniele, il 1 febbraio è stato collocato in quiescenza. «Ho lasciato un ufficio  – sottolinea – nel quale negli ultimi anni c’è stato gradualmente un aumento delle attività di prevenzione, attraverso la formazione nelle scuole e tramite contatti telefonici, per email e per chi all’interno del territorio ha dovuto usufruirne. Ma l’impegno maggiore e pressante è stato diretto alle attività di polizia giudiziaria, che hanno spaziato alle diverse tipologie di reato, dalle truffe on line ai furti di telefoni, ricettazione, diffamazioni, minacce, molestie, stalking, revenge porn, cyberbullismo, estorsioni, poi ancora alle sostituzioni di persona, intrusioni nelle caselle di posta elettronica, nelle reti aziendali, pubbliche e private, profili social, diffusioni di malware, dirottamenti di conti correnti aziendali, indebito utilizzo di carte, privacy, ed ancora adescamento di minori, produzione e diffusione di materiale pedopornografico».
L’ispettore Daniele ricorda anche il modus operandi del suo ufficio: «Ho sempre cercato di svolgere il mio lavoro, partendo dall’ascolto delle vittime, dando valore ai bisogni di ognuno, condividendo con i colleghi i percorsi appropriati utili non solo per individuare gli autori di reati ma anche per garantire le figure più deboli. L’attenzione sui reati riguardanti i minori è stata sempre alta». Poi l’esperienza con Red – Rete Educazione digitale di cui è presidente. «Da questa esperienza lavorativa pluridecennale, svolta con passione, è nata l’esigenza di continuare a voler dare un contributo allo sviluppo dell’educazione digitale nella comunità, unica possibilità per non cadere nelle trappole della rete e cogliere le opportunità che il digitale ci offre. Per questo, dal 2017 l’impegno con l’associazione Red Rete Educazione Digitale, che va proprio in questa direzione». Conclude con i ringraziamenti: «Il mio augurio va ai colleghi del mio ufficio per le sfide sempre nuove che si troveranno ad affrontare». Voglio ringraziare tutte quelle persone che ho conosciuto in questi anni, che mi hanno accompagnato e fatto crescere in questo lavoro, in particolare la Sezione di Foggia e Macerata, i tanti colleghi della Polizia di Stato e delle altre forze dell’ordine con i quali ho sempre avuto rapporti professionali, basati sulla collaborazione e il rispetto come pure i rappresentanti della scuola, del mondo universitario e della società civile».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X