Morto l’ex sindaco Lanfranco Luconi:
«Anima e cuore per la politica»

MORROVALLE - Aveva 70 anni, è stato primo cittadino dal 1991. Il ricordo di Stefano Montemarani: «Se ne va un grande amico». Giuseppe Ascani: «Attento ai problemi ambientali quando ancora non ne parlava nessuno»
- caricamento letture
lanfranco-Luconi

Lanfranco Luconi

 

E’ morto l’ex sindaco di Morrovalle Lanfranco Luconi, aveva 70 anni. Alcuni mesi fa aveva scoperto di essere malato. E’ stato protagonista di una stagione politica del piccolo borgo dell’entroterra maceratese. Originario di Tolentino da bambino si era trasferito a Morrovalle e qui a partire dagli anni 80 aveva iniziato ad interessarsi alla politica. Militante di sinistra era stato nel Partito comunista. Dal 91 al 92 è stato sindaco del Comune in una staffetta con la Dc rappresentata all’epoca dal sindaco Giuseppe Ascani. L’attuale sindaco, Stefano Montemarani fu in quella giunta suo assessore ai lavori pubblici. Dopo quell’esperienza Luconi lasciò la politica alla quale si era dedicato anima e corpo in quegli anni fatti di sfide e di lealtà. Riprese il suo lavoro di agente di commercio. «E’ stato un sindaco che ha dedicato davvero anima e cuore alla politica, un mio grande amico» lo ha ricordato Montemarani. Con Giuseppe Ascani aveva mantenuto un rapporto di amicizia sincero: «continuavamo a vederci ed incontrarci in occasione del Natale per ricordare i bei tempi della politica. Siamo stati protagonisti di una stagione particolare, le così dette giunte anomale, governi cittadini composti da Dc e Pc. Io ero della Democrazia cristiana e facevo il sindaco, lui era il mio vice e ci alternammo nel 1991. Poi però rimase sindaco solo per qualche mese, tradito dai suoi stessi compagni. E’ stato un politico appassionato, attento alle problematiche ambientali quando ancora non ne parlava nessuno. Affabile, genuino, schietto fino ad infiammarsi, un amministratore appassionato. Ha dedicato alla politica tutto se stesso, mettendo spesso in secondo piano tutto il resto». Il corpo di Luconi è stato trasferito dall’ospedale di Bologna fino alla casa funeraria “Terra e cielo” di Civitanova dove è stata allestita la camera ardente. Domani alle 11 si celebrerà lì una cerimonia religiosa e la salma sarà tumulata al cimitero di Morrovalle.

(l. b.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X